Voli low cost da Torino

Non ci sarà la base low-cost, ma i voli a basso costo sono già sbarcati a Torino.

torino_caselleQuest’estate saranno infatti tredici le destinazioni a basso costo servite da Caselle. Nove nazionali e quattro internazionali. L’ultima ha debuttato proprio ieri mattina: Bruxelles Charleroi. E’ un record mai registrato prima d’ora: basti pensare che nell’estate 2008 i collegamenti low-cost erano solo tre. E che la percentuale dei passeggeri che avevano volato la scorsa estate low cost da Torino era del 12%, contro il 25% dell’aprile-maggio 2009.
E’ una conferma alla disponibilità dei torinesi a viaggiare, purchè i prezzi siano abbordabili. Il primato è stato raggiunto per una serie di concomitanti situazioni: l’aumento dell’offerta Ryanair sia sulle rotte internazionali e sia su quelle nazionali, la presenza di Windjet su entrambe le principali destinazioni siciliane, quella di Blu-Express su Roma (quest’anno anche in agosto), quella di Air Italy non solo su Napoli ma anche su Olbia, oltre alle “novità” proposte da Myaiar su Foggia e, soprattutto, sulla richiestissima Brindisi.  Vediamo nel dettaglio prezzi e destinazioni.

RYANAIR. Londra Stansted è una comoda porta verso la capitale più frequentata d’Europa, ma anche una porta verso svariate altre coincidenze low-cost verso il nord ed est del continente. Bruxelles Charleroi è una meta un po’ turistica, un po’ business, un po’ amministrativa: piace anche perchè molto ben collegata, con i Tgv, con tutta la mittel Europa. Dusseldorf rappresenta una novità, va a servire un’area industriale dalle potenzialità sicure, meno certa la vocazione leisure, ma occorrerà verificare. Barcellona Girona è invece la porta verso la Costa Brava ed anche verso Barcellona, collegata da una puntuale ed efficiente linea di pullman. Trapani è l’unica destinazione italiana della compagna irlandese: sinora si è rivelata un successo, con molti voli pieni e moltissime prenotazioni soprattutto in luglio e agosto.

BLU EXPRESS. E’ forse la compagnia low-cost più amata dai torinesi. Vola esclusivamente con Boeing 737. Sulla rotta verso Fiumicino, nonostante una micro flotta (appena 10 aeromobili) riesce a garantire sia un alto numero di frequenze e sia puntualità. Oltre a prezzi bassissimi: da 29 euro a tratta ( e ci sono molti posti a questo prezzo). Offre anche numerosi voli charter da Torino, specialmente sull’Egitto.

AIR ITALY. E’ diventata una garanzia su Napoli dove viaggia con load factor non altissimi, ma con buoni profitti. Ha deciso di aprire in estate il primo volo low-cost della storia da Torino alla Serdegna, andando ad Olbia. Ottimo servizio di bordo. Biglietto a prezzo quasi fisso: 57 euro.

WINDJET. Consolidata la sua posizione su Catania, ha ora aggiunto anche Palermo. Piace a chi si muove per motivi famigliari. Prenotando con anticipo può offrire prezzi molto vantaggiosi. Chi dispone di una certa elasticità nella date con questa compagnia può fare davvero molti affari, andando sotto i 40 euro tutto compreso a tratta (per viaggi che, se fatti in treno, durerebbero 20 ore ad un prezzo minimo, in seconda classe, di 70 euro).

MYAIR. Ha debuttato in primavera con il Foggia a cui aggiungerà da metà giugno anche l’attesissimo Brindisi. Sta crescendo sul nostro aeroporto. Aerei comodi, alcuni presi in leasing da una compagnia svizzera.

FLYONAIR. E’ una compagnia he opera prevaletemente da Pescara. Si è proposta in alternativa ad Air Vallèe sulla tratta verso l’Abruzzo. Opera con turboelica Atr 72 a prezzi interessanti, da 59 euro tutto compreso.
Quali prospettive, oggi, per il low-cost a Torino. Valentino Magazzù, presidente di Fly Torino, non ha dubbi: “La sola strada percorribile è quella verso una base low-cost a Caselle, capace di generare traffico nuovo. Non dimentichiamo l’eccezionale spinta che ne verrebbe per il turismo, proprio in vista dell’Ostenmsione della Sindone e di Italia 150”. Sindaco e vicesindaco si sono espressi favorevolmente, Regione e Pronvincia sono pronte ad un sostegno economico. Intanto anche la Sagat si starebbe convincendo dopo aver valutato gli equilibri con le compagnie major (Alitalia, Air France, Lufthansa) che teme di spezzare. La base low-cost è alle porte.

LOW-COST, MA QUANTO MI COSTI?                            torino_caselle1

  • Londra Stansted (Ryanair) 50,29
  • Barcellona Girona (Ryanair) 35,29
  • Bruxelles Charleroi (Ryanair) 28,29
  • Trapani Birgi (Ryanair) 50,32
  • Dusseldorf Weeze (Ryanair) 5,00
  • Roma Fiumicino (Blu Express) 29
  • Napoli  (Air Italy) 57
  • Olbia 57
  • Catania 63,21
  • Palermo  40,21
  • Foggia 59,99
  • Brindisi 49,99
  • Pescara 59

Le tariffe sono comprensive delle tasse.
Si riferiscono al miglior prezzo della settimana 15-22 giugno, per voli in partenza da Torino. Ryanair comprende i 5 euro del web check-in.
Dussledorf parte il 5 luglio. Brindisi il 15 giugno. Olbia il 27 giugno. (Migliori tariffe della prima settimana di operatività)

da LA STAMPA

One thought on “Voli low cost da Torino

Leave a Reply