Visitare Taranto

Taranto è chiamata la città dei due mari, anche se in realtà il mare su cui sorge è solo uno: lo Ionio. Taranto fu fondata verso il 700 a.C. da alcuni coloni provenienti da Sparta giunti sul sito di un insediamento miceneo del XIV secolo. La città vecchia sorge sull’isola compresa tra i canali di comunicazione tra il ‘Mare Grande’ e il ‘Mare Piccolo’, laddove venne fondato nel VI secolo a.C. dai Greci il primo nucleo dell’antica Taras. Le mura di cinta, databili alla metà del V secolo a.C., rinvenute alla periferia orientale della città nuova, sono formate da una doppia cortina di blocchi di tufo locale e presentano all’interno molteplici muretti trasversali, i quali venivano riempiti di pietre e terra con lo scopo di aumentarne la resistenza.

L’inizio della costruzione del Duomo, dedicato a san Cataldo, è databile intorno all’anno Mille. Più volte rimaneggiato, negli ultimi anni è stato riportato alle semplici forme originarie. Attualmente solo la facciata dell’edificio mantiene le originarie caratteristiche barocche dategli da interventi dell’inizio del Settecento.

Il simbolo della città, monumento e luogo di attrazione turistica è indubbiamente il castello Aragonese. Questo antico edificio fortificato risale al periodo della presa di Costantinopoli ed era originariamente dotato dì quattro torrioni denominati dell’Annunziata, della Bandiera, di San Lorenzo, di San Cristoforo. Successivamente fu incorporata la torre di Sant’Angelo, quindi fu armato per opera di Tommaso Barone. I lavori terminarono nel 1492.

Risale al Medioevo la splendida chiesa di San Domenico Maggiore che si erge in via del Duomo. Sorta alla fine dell’XI secolo, venne ricostruita nel 1302 e rimaneggiata agli inizi del Quattrocento. L’edificio è una costruzione a pianta basilicale ad aula unica sormontata da splendide capriate. Molto particolare è la sua nuda cassa muraria aperta sui fianchi da particolari monofore strette e allungate. La facciata della chiesa, appartenente alla primitiva costruzione e che conserva un grandioso portale ogivale con baldacchino, è preceduta da un’alta duplice e singolare scalinata barocca.

Oggi Taranto vanta uno splendido museo archeologico, visitato da migliaia di turisti ogni anno, e continua ad essere la città marina più protetta militarmente da eventuali attacchi provenienti dal mare. Qui sorge infatti uno dei presidi della Marina Militare più importanti e numericamente potenti d’Italia. Taranto ospita però anche fabbriche, soprattutto siderurgiche, che spesso sono al centro di conflitti tra industriali e ambientalisti. E’ lo scotto da pagare per il benessere industriale.

Leave a Reply