Categorie
montagna Trentino turismo ultime notizie vacanze

Visitare il borgo di Sagron Mis tra le montagne del Trentino

Sagron Mis, incanto tra i monti del Primiero
Un borgo da fiaba per un soggiorno all’insegna della natura

visitare_sagron_mis_primiero1In Trentino, nella valle del Primiero, a 28 chilometri di distanza da San Martino di Castrozza si trova il borgo di Sagron Mis, un grazioso villaggio di montagna, inserito nella splendida cornice del Parco Naturale Paneveggio-Pale di San Martino. Ai piedi delle imponenti cime, celebri per il colore rosa che assumono al tramonto, tra splendidi boschi e nel silenzio profondo della montagna, chi cerca pace e serenità trova un’oasi di bellezza a contatto con una natura incontaminata e maestosa. Per godere al meglio queste meraviglie e insieme approfittare di tutte le gioie della vita, a cominciare da quelle del palato, c’è un hotel di grande charme, vero tempio del benessere e nido d’amore per le fughe romantiche: la Baita Sagron Mis.

Il borgo, formato dalle due distinte frazioni di Sagron e Mis, è un pugno di case inserite in una conca isolata e suggestiva, con uno splendido panorama che spazia sulle imponenti vette dolomitiche circostanti, in particolare sul Piz de Sagron (2.486 m).

Per chi vuole sciare, ci sono i vicini comprensori di Passo Cereda e Forcella Aurine, Passo Cereda è un centro di prim’ordine per lo sci nordico: il suo anello principale ha uno sviluppo di quasi 10 km e a lato della pista c’è un pendio battuto per le discese in slittino o bob. E ancora per i più piccoli, c’è Cereda Natural Park, con gonfiabili, scivoli e giochi per piccoli piloti, e poi naturalmente tanta natura per semplici e facili escursioni sulla neve.

Forcella Aurine, a quota 1300 metri tra i comuni di Gosaldo e Voltago Agordino, offre 4 km di piste dove si può praticare lo sci in totale tranquillità, al di fuori della ressa dei grandi comprensori e in totale relax e sicurezza. Una pista può anche essere illuminata per lo sci in notturna. Gli sciatori più esigenti, invece, possono approfittare degli impianti di Passo Rolle, con i suoi 90 chilometri di piste per lo sci alpino e per lo sci di fondo.

Per chi poi ama le ciaspole, le passeggiate sui sentieri e strade forestali, ci sono moltissimi itinerari possibili attorno all’abitato di Sagron Mis, ma anche chi ama la quiete di una passeggiata tra le viuzze del borgo può trovare spunti interessanti: la Chiesa Parrocchiale ospita una pregevole statua settecentesca della Madonna di Loreto. Meritano una visita anche la chiesetta della Beata Vergine di Caravaggio, meta di pellegrinaggio fin dal 1600, e la curiosa casa “Palazh”,dalla forma molto allungata, con finestre e tetto a quattro spioventi che ricordano lo stile viennese.  A poca distanza si trova poi San Martino di Castrozza, centro modaiolo e animato, nel cuore di uno degli scenari più belli delle Dolomiti.

da tgcom

Rispondi