Visitare Megeve

Megève: montagna di classe
Chic e modaiola come Parigi ma anche sportiva: dagli sci (ci sono 445 chilometri di piste) alle passeggiate in calesse, dal golf ai voli in elicottero. Poi, ristoranti stellati, spa e baite di lusso dal gusto retrò

Ci aveva visto giusto la baronessa Noémie de Rothschild quando un secolo fa decise di fare di Megève, in Francia, un’icona di stile e di raffinato bon vivre. Ora è quasi più parigina della capitale, con botteghe antiquarie, ristoranti stellati e hotel di lusso. Novità della stagione, Le Chalet, una maison d’hôtes ai piedi del Mont Arbois. Super caro ma ne vale la pena  . Il Mont Blanc, amato anche da Jean Cocteau per i suoi ambienti un po’ rétro foderati di legno, è tappa obbligata non solo per passarvi la notte: i suoi 20 diversi tipi di cioccolata in tazza sono l’ideale per ristorarsi dopo una giornata sulla neve

Oltre a essere modaiola, Megève è soprattutto sportiva: il suo comprensorio sciistico Evasion Mont Blanc comprende ben 445 chilometri di piste che si insinuano tra i boschi in una natura da favola. Una su tutte, ma per sciatori esperti, la mitica Émile Allais, dedicata al campione che fece la tripletta ai Mondiali del 1937. E dopo lo sci si sorvolano in elicottero le cime innevate o si fa una romantica passeggiata in calesse. Ce n’è per tutti i gusti, comprese le competizioni di golf (Snow Golf Cup: 2-12 febbraio).
Maria Broletti Dal Lago da corriere.it

Leave a Reply