Categorie
Liguria

Visitare Manarola nelle cinque terre

Manarola fra i borghi più colorati al mondo
La cittadina nella classifica di Budget Travel. All’estero media celebrano Cinque Terre

Dopo le immagini del disastro causato dall’alluvione dello scorso autunno, il fascino delle Cinque Terre risorge anche all’estero. Budget Travel, magazine specializzato in dritte su vacanze alla portata di tutti i portafogli, consiglia il pittoresco angolo dello Stivale come uno dei luoghi più “colorati” al mondo, peculiarità per cui vale un viaggio.

Ci sono città nel mondo “che non hanno bisogno di accendere neon per illuminare il paesaggio”, spiega la rivista, ma dall’Italia all’Argentina ci sono cittadine che “fanno del colore il loro tratto distintivo”. Patrimonio Unesco, ricorda Budget Travel, le cinque località di Riomaggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza e Monterosso sono un caleidoscopio di colori. In particolare viene segnalato l’antico centro di Manarola, l’ideale per far sì che le foto della propria vacanza assumano tutte le tonalità “tranne quelle sbiadite del beige”. La tavolozza spazia dal blu del mare al rosso, giallo, verde delle casupole che spuntano sulla rocca.

Già “in piedi” in primavera dopo l’alluvione di ottobre scorso, il Parco nazionale delle Cinque Terre ha consolidato per quest’estate la ripresa della promozione turistica. Risorti i borghi a picco sul mare e riaperta pian piano la rete di sentieri nota in tutto il mondo per i percorsi mozzafiato. Sforzi apprezzati anche dai media stranieri specializzati in viaggi e turismo.

Gadling.com, uno dei maggiori travel blog, spiegava a fine luglio che le Cinque Terre dovrebbero essere meta di un viaggio soprattutto per aver mantenuto un fascino d’altri tempi e uno stile semplice. “La zona – si legge sul sito – non ha ceduto al mondo delle imprese, mentre le sue colline terrazzate, le abitazioni variopinte, i negozietti offrono la possibilità di sperimentare la vita reale della riviera italiana”. A coronare questo mix per Gadling sono poi le prelibatezze culinarie del posto (uve, olive, pesto) e la possibilità di effettuare escursioni. Per l’Irish Times un viaggio alle Cinque Terre è uno dei modi per fare esperienza della Dolce Vita in Italia, mentre un cronista di The Chronicle Herald che ha visitato la via dell’Amore quest’estate definisce i borghi delle Cinque Terre luoghi “sospesi nel tempo”. Condé Nast Traveler loda il lavoro degli italiani in particolare per la ricostruzione di Vernazza.

da ansa.it

Rispondi