Visitare l’Isola di Pantelleria

Viaggio tra le meraviglie dell’isola di Pantelleria (Trapani)

Pantelleria è un’isola di origine vulcanica, più vicina all’Africa che all’Italia, ma facente parte della provincia di Trapani. L’isola presenta una grande varietà di reperti archeologici essendo stata conquistata nel corso dei secoli da numerosi popoli: i primi ad abitarvi furono i Fenici, cui seguirono Cartaginesi, Romani, Vandali, Bizantini, Arabi, Normanni, Aragonesi.

Furono forse gli arabi a lasciare maggiormente il segno come impronta architettonica. Le case infatti portano le stesse caratteristiche estetiche di quelle arabe: cubi bianchi dai tetti a volta, con una porta e una piccola finestra intagliate nel tufo. Ognuna ha una singola stanza e il bianco candido dell’intonaco conferisce a chi guarda un’atmosfera riposante.

Diversi sono i centri di interesse naturale, che fanno di Pantelleria un piccolo paradiso terrestre. Da non perdere:

–        Il lago dello Specchio di Venere: è situato nella parte nord orientale dell’isola, nei pressi della località Bugeber. Il lago si è formato su quello che è un antico cratere vulcanico, in cui oggi è possibile trovare sorgenti termali e fanghi. Vi si possono trovare a nidificare fenicotteri, anatre, aironi.

–        L’Arco dell’Elefante: è il simbolo dell’isola nonché tra le maggiori attrazioni turistiche. Si tratta di una roccia che ha una grande somiglianza con la proboscide di un elefante che si abbevera nella acque del mare. Offre un litorale di roccia piuttosto bassa, rendendolo quindi affollato nella stagione estiva a causa della facilità di accesso – cosa non molto comune nell’isola – e per la bellezza del paesaggio offerto.

–        Il Parco Naturale della Montagna Grande: si tratta della montagna al centro dell’isola, costituendone il cuore e il polmone verde. Al suo interno si trovano, oltre allo stesso lago dello Specchio di Venere, il Salto della Vecchia (uno strapiombo a 300 metri dal livello del mare con vista unica), la Piana di Ghirlanda (considerato il grande giardino dell’isola), il laghetto delle Ondine, la cala Cinque Denti, lo storico capperificio e molto altro ancora.

–        Il Jamal, piccola discoteca per il divertimento serale.

Per poter vivere appieno l’isola in tutte le sue parti, una delle migliori cose da fare è affittare uno scooter e….partire all’avventura, in giro dove porta il cuore. E dopo, non la si dimentica più.

da ilcomuneinforma.it

Leave a Reply