Visitare i fiordi della Norvegia

La Norvegia è spesso sconsigliata nel periodo invernale di solito il periodo giusto è l’estate. D’inverno infatti il sole praticamente è troppo basso sull’orrizzonte e non compare per settimane , e poi sicuramente fa un freddo cane.
Ma c’è una alternativa che sicuramente solletica chi ricerca paesaggi mozzafiato , è la CROCIERA INVERNALE A BORDO DELLA NAVE POSTALE, che parte dalle isole Lofton  e arriva a toccare Capo Nord. E che nel paesaggio Artico accompagna con viste incredibili la visione dell’aurora boreale.

La nave postale si chiama Hurtigruten , e nella sua peregrinazione per consegnare la posta va di porto in porto lungo la costa norvegese , naturalmente di gita trattasi quindi non si sta fermi sul postale solo per ammirare i paesaggi, una serie di attività collaterali sono possibili, come soggiorni nei paesi, uscite in barca, gite in motoslitte e per i più arditi  corse con slitte per cani naturalmente trainate dagli Husky.

Il percorso inizia da Svolvær  , che è il principale porto di pesca invernale , qui si ha la possibilità di dormire nelle caratteristiche case dei pescatori sull’acqua chamate rorbu, poi si passa alla seconda tappa Kabelvåg villaggio di pescatori costruito su isolotti uniti da ponti in legno, segue NUsfjord  con le abitazioni degli antichi pescatori in legno ancora visitabili e perfettamente conservate.

Dopo ciò si rimonta sul Postale e dalle isole Lofoten si va verso Tromso , Il percorso si snoda attraverso il Raftsunder e le sue strette pareti a picco, poi si arriva  a Harstad  e quindi lungo il Vagsfiord si raggiunge alla fine la capitale dell’artico , o almeno considerata tale , per chi si ricorda la tenda rossa film sulla tragedia Italiana del dirigibile Italia si ricorda che la base era a Tromso.

Qualche ora di sosta e col postale si raggiunge il mare di Lopp che permette di vedere i panorami del Finnmark, poi si doppia Capo Nord e si arriva a Kirkenes che è l’approdo del nostro postale .