Categorie
ultime notizie

Visitare Glasgow

L’anima moderna di Glasgow

Meta unica del Regno Unito per eleganza e offerta culturale, Glasgow è una città vibrante da scoprire tra tour enogastronomici, architettonici o musicali.

Definita da Daniel Defoe “il paradiso della Scozia e una delle città più pulite e meglio costruite della Gran Bretagna”, la bella Glasgow, il cui nome deriva dall’antico “glas cau”, ovvero “piccola valle verde”, è la seconda realtà più grande del Regno Unito dopo Londra, una città che pullula di vita e di vitalità offrendo un mix esclusivo di stile, architettura e design. Celebre il suo look che, a partire dal periodo della Rivoluzione Industriale, l’ha portata a sfoggiare una mise in perfetto stile liberty scozzese, altrimenti conosciuto come “stile Mackintosh”, firmato Charles Rennie Mackintosh uno dei “quattro di Glasgow”, un gruppo di sostenitori leader dell’architettura Art Nouveau scozzese.

Nonostante gli incancellabili segni di un passato industriale, il cuore di Glasgow è profondamente cambiato e oggi sfoggia interessanti elementi di modernità, basti guardare il Glasgow Science Center, con la sua forma futuristica, un museo interattivo della scienza realizzato nel 2001 in acciaio, vetro e titanio sulle rive del fiume Clyde, al cui interno si trovano oltre 250 installazioni interattive, un planetario d’avanguardia e una sala IMAX da 370 posti o ancora la Glasgow Tower, la torre più alta del mondo che vanta di una struttura interamente rotante di 360 gradi dove, salendo in cima fino alla piattaforma, è possibile ammirare un panorama mozzafiato.

In quanto a fascino Glasgow ne ha da vendere e di riconoscimenti ricevuti per il suo prestigio ne ha diversi da sfoggiare:  “Città Europea della Cultura” nel 1990 e “City of Architecture and Aesign” nel 1999 mentre, nel 2008, è stata vista nominata Città della Musica UNESCO: a quanto pare infatti nell’ultimo decennio la città scozzese ha sfornato numerosi artisti di successo nel campo musicale: dai Franz Ferdinand, band post-punk fondata nel 2002, ad Amy Macdonald, Paolo Nutini, Mark Knopfler, cantante e chitarrista dei Dire Straits nonchè i componenti dei Simple Minds.

Glasgow è dunque una città che non dorme mai, è culturalmente attiva, soprattutto nel 2012, definito l’anno della “Scozia creativa” in quanto offre un programma pieno di eventi di ogni genere che spaziano dalla musica, alla danza, al teatro e, ovviamente, ospitando l’International Festival of Visual Art, che si terrà dal 20 aprile al 7 maggio con mostre, conferenze e performance artistiche. Per chi capita in città durante il periodo estivo, a dominare la scena il West End Festival, che si tiene ogni anno a giugno nell’omonimo quartiere cittadino, offrendo due settimane di spettacoli teatrali, concerti ed eventi per grandi e bambini estremamente popolari e frequentati.

Livia Fabietti da lastampa.it

Rispondi