Quando in fabbrica si va per turismo piuttosto che per lavorarci

Il bello di una gita in fabbrica
Dalla Ducati alla Volkswagen, dalla birra al tabasco, dalle chitarre Gibson ai profumi della “ville des parfums” francese, Grasse. Guida alle aziende-museo che meritano una visita

di Lara Gusatto

Homer Simpson non ne era molto entusiasta, ma la sua famiglia e il vicino Ned sembravano gradire la visita domenicale alla fabbrica di sidro. Usanza più americana che europea, la gita ad uno stabilimento può costituire un interessante diversivo e una gradita sorpresa, soprattutto quando si svela il dietro le quinte di un prodotto tanto amato. Per gli appassionati di musica si aprono le porte della Gibson, per i golosi di cioccolato quelle dell’Alprose e per accontentare i centauri ecco come, dove e quando visionare le catene di montaggio della Harley o della Ducati

Una Gibson a Memphis. Entrare nel mito costa 10 dollari. Scoprire il segreti della fabbrica dove vengono create le chitarre perfette è possibile visitando il Beale Street Gibson Showcase a Memphis. Un giro completo di 45 minuti che vi condurrà tra i processi di rilegatura, montaggio del collo, verniciatura e lucidatura, per concludersi con la messa a punto. Visite guidate dal lunedì al sabato dalle 11 alle 16 (con partenza ogni ora), la domenica si comincia alle 12. Si consiglia la prenotazione.

Champagne nelle grotte francesi. Un viaggio tra grotte sotterranee alla scoperta delle bollicine più famose del mondo. La visita inizia con un po’ di storia delle champagne e prosegue nei sotterranei delle grotte di Veuve Clicquot (naturalmente) a Reims in Francia, dove lo spumante transalpino viene conservato finché non perde tutti gli ultimi sentimenti. Alla fine, coppa di champagne per tutti. Le visite costano 10 euro e si effettuano solo su appuntamento, dal martedì al venerdì (nel periodo estivo anche il sabato) dalle 10 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 18.

Due ruote per un mito: Harley. Prima un video introduttivo, poi una visita guidata attraverso i vari processi di produzione, assemblaggio verniciatura e cromatura. Alla fine lo spettacolo dei test prima che il veicolo sia impacchettato e spedito. E non si tratta certo di un mezzo di trasporto qualsiasi. Alla
Vehicle Operations di York in Pennsylvania si fabbricano le mitiche Harley-Davidson. Tour gratuiti dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 14, con la possibilità di montare in sella al modello in produzione al momento della visita.

Isola piccante: Tabasco. Anche qui come alla fabbrica delle Harley prima di entrare nel vivo dovrete visionare un breve filmato sulla storia della società. Solo dopo questo rito di passaggio potrete accedere al dietro le quinte della famosa salsa per scoprire come viene creata, imbottigliata e confezionata sempre accompagnati dall’odore pungente  dei peperoncini macerati. Agli stabilimenti di Avery Island in Louisiana di proprietà della McIlhenny Company, le visite guidate si eseguono ogni giorno, dal lunedì alla domenica, dalle 9 alle 16. I tour sono gratuiti ma occorre pagare un pedaggio di 1 euro per accedere all’isola. Al termine della visita un negozio con tutti i prodotti della ditta più il gelato al gusto di Tabasco.

In sella a una Ducati. Dal “Cucciolo” alla Desmosedici, 86 anni di storia sono raccolti nel museo multimediale con al centro un grande casco rosso centrale a cui fanno da corona 33 moto Ducati poste su una pista illuminata. Ma non solo. La chicca è lo stabilimento Ducati di Borgo Panigale con le sue linee produttive dove nascono le mitiche due ruote. Per visitare il museo e la fabbrica è obbligatorio prenotare almeno 7 giorni prima dal sito dell’azienda qui. I tour guidati della durata di 75 minuti si eseguono dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 17.30 (il sabato è possibile entrare solo al museo). Il biglietto intero costa 10 euro, per i possessori di una Ducati scende a 6 euro. Il ritrovo è davanti ai cancelli dello stabilimento 15 minuti prima dell’inizio del tour. In caso di ritardo non sarà consentito l’accesso in azienda.

La fabbrica di cioccolato. E’ il sogno di ogni bambino, ma anche per una adulto vedere le fasi della lavorazione del cioccolato è un’esperienza interessante. Non nella fabbrica di Willy Wonka ma alla Chocolat Alprose di Caslano in Svizzera. Su una passerella, i visitatori vengono guidati attraverso le varie fasi: prima il cioccolato liquido, poi viene colato negli stampi e infine confezionato. Avvolti nel sapore del cioccolato seducente si arriva a conoscere tutti i segreti del dolce alimento anche grazie al sulla storia del cacao. Alla fine una degustazione gratuita e la possibilità di fare acquisti allo store. Visite guidate dello stabilimento in tedesco e in inglese, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17.30 al costo di 2 euro per gli adulti (meno di un euro per i bambini).

Essenze francesi. Dici Provenza e subito pensi a distese di campi di lavanda e profumi avvolgenti. Quale luogo migliore quindi per visitare una distilleria di essenze? Un luogo dove dalla fine del Settecento si producono le fragranze con cui profumare le donne di Parigi. Dalla lavorazione di fiori e piante all’imbottigliamento del prodotto finito, il mondo degli olio essenziali non avrà più segreti dopo una visita alla grande profumeria francese Fragonard di Grasse, Provenza, sulle alture tra Nizza e Cannes. Sono aperti tutti i giorni, domenica inclusa, dalle 9 alle 18 per visite guidate gratuite in tutte le lingue dell’Unione europea.

Quattro ruote tedesche. Un treno trasparente, due torri di vetro e centinaia e centinaia di automobili. La fabbrica della Volkswagen di Wolfsburg non è solo un’insieme di linee di montaggio, ma un parco a tema con possibilità di effettuare dei road track con i veicoli della casa. Il tour della fabbrica si svolge dal lunedì al venerdì a partire dalle 9.15, il giro sul trenino CarTower Discovery avviene tre volte all’ora e dura 15 minuti e costa 8 euro (consigliata la prenotazione). Per le prove su strada i costi partono da 25 euro.

Vetro soffiato in Austria. Come il vetro portato ad altissime temperature diventa malleabile e prende forma grazie al soffio di un artigiano è una delle esperienze più coinvolgenti da vivere in fabbrica. Un’arte plasmata da abili gesti dei vetrai che creano delicati manufatti trasparenti. All’azienda Riedel di Kufstein in Austria è possibile assistere a questo spettacolo al costo di 5 euro durante uno dei tour infrasettimanali (chiusi il sabato e la domenica) dalle 9 alle 12 e dalle 13 alle 16. Aggiungendo altri 5 euro è possibile effettuare assaggi di vino da bicchieri con forme diverse, per assaporare di persona quanto la forma influisce sul gusto di un vino.

Una birra al vapore. La miscelazione del mosto nella vasca inizia alle 9 del mattino e dura tutto il giorno. Ogni ultimo sabato del mese la Brasserie à vapeur  belga di Pipaix (vicino al confine francese) in Belgio apre le sue cantine al pubblico. E’ raccomandata la puntualità se volete assistere a tutto le fasi che dalla miscelazione, all’aggiunta di zuccheri e lieviti, portano all’imbottigliamento.  Dopo la visita guidata: degustazioni di birre e prodotti della casa… naturalmente tutti a base o cotti nella birra. Il tour con  pranzo finale costa 30 euro, 35 euro senza la prenotazione che però è fortemente consigliata a causa del numero limitato di posti.

da VIAGGI.REPUBBLICA.IT

Leave a Reply