Virgin Richard Branson dà inizio all’era del turismo spaziale

Comincia l’era del turismo spaziale
Il magnate della Virgin, Richard Branson, ha inaugurato nel Nuovo Messico il primo scalo per viaggi nello Spazio

La navetta utilizza la stessa tecnologia e design della SpaceShipOne, ma è grande il doppio. Sarà in grado di trasportare sei passeggeri e due piloti

Richard Branson sta per realizzare il sogno di chi ha sempre voluto andare nello Spazio pur non essendo un astronauta di professione. Posto che abbia i soldi per farlo, certo. Il miliardario britannico ha voluto infatti fare le cose in grande, e ha presentato negli Stati Uniti Spaceport America, il primo aeroporto per voli oltre l’atmosfera. Dal deserto del Nuovo Messico partiranno, fra il 2012 e il 2013, i primi turisti dello Spazio.

La flotta del patron della Virgin Galactic conta due navette WhiteKnightTwo e cinque SpaceShipTwos. Il programma completo prevede tre giorni di preparazione e controlli medici, mentre una volta in orbita i provetti astronauti potranno ammirare il pianeta per circa mille miglia in ogni direzione. La ciliegina sulla torta consiste infine nella possibilità di lasciare per alcuni minuti il proprio sedile e sperimentare l’assenza di gravità.

Sono inoltre già stati venduti 450 biglietti. Prezzo medio? 200mila dollari. Una cifra, anche quella, per molti astronomica.
Marco Cosenza da wired.it

Leave a Reply