Categorie
ultime notizie Vicenza

La festa dell’Otto Settembre a Vicenza

La Festa dei Oto tra fede, giostre, Rua e mercatini
I meteorologi annunciano giorni di sole e caldo. Da oggi devozione e spiritualità a Monte Berico. Domani ci saranno la processione in centro storico e il grande spettacolo gratuito in piazza dei Signori

Chi non vorrebbe per regalo un week end in un centro benessere? Sabato e domenica i vicentini lo avranno. E senza “partenze intelligenti” da programmare, perché la meta sarà il centro storico di Vicenza. Baciato anche dal sole, come i meteorologi ripetono ormai da giorni, e dotato di comfort culturali, musicali e culinari.

Il lungo fine settimana che accompagnerà i vicentini inizia già da stasera, alle 20.30. Come da tradizione, i fedeli saliranno ai piedi del santuario, dando così inizio al nuovo anno pastorale.  Al cammino di preghiera sarà presente il vescovo Beniamino Pizziol. La parola del vescovo sarà accompagnata quest’anno dalla diffusione della prima lettera pastorale che mons. Pizziol rivolge ai fedeli della diocesi berica. La lettera, dal titolo “Davvero il Signore è risorto”, propone una rilettura del racconto evangelico dei discepoli di Emmaus. «Emmaus – spiega mons. Pizziol – diventa il simbolo della vita nuova che nasce dall’incontro con il Cristo e che trasforma ciascuno di noi in testimone e annunciatore di speranza». Pizziol sarà presente a Monte Berico anche alla messa solenne di domani alle 11.

Non è un caso che “il giro della Rua” coincida con la festa della Madonna di Monte Berico. Proprio perché l’intento dell’amministrazione comunale – assieme a quello del Comitato per la Rua – è quello di far prevalere l’idea della festa nel senso antico del termine, intesa come spettacolo in cui la città stessa si racconta e si esibisce. A differenza degli anni precedenti, quest’anno sarà anticipato l’orario di partenza della sfilata da piazza Duomo, con il suono di tutte le campane delle chiese alle 19.30. Alla stessa ora, sul palco di piazza Duomo, l’Anonima Magnagati intratterrà i gruppi pronti a sfilare, chiamandoli all’appello e coordinando la loro partecipazione alla festa. Alle 20.15, quindi, la fanfara storica degli Alpini, in testa al corteo, darà inizio alla sfilata che sarà arricchita dal gruppo di circa 120 figuranti in costume d’epoca, assieme a numerose attrazioni che daranno vita a uno spettacolo itinerante interamente gratuito.

Con l’ufficialità dei saluti del sindaco Achille Variati e del presidente del collegio notarile Vito Guglielmi, verrà accesa la Rua alle 21.40. La regia della serata è affidata quest’anno a Pino Costalunga, attore e regista vicentino, e al suo gruppo, Glossateatro. Dopo l’accensione, il palcoscenico verrà lasciato ai due gruppi musicali de “La Piccola Bottega Baltazar” e Patrizia Laquidara con i suoi musicisti e “Le Canterine del Feo”.

Tradizione intesa come spettacolo, ma non solo. Sarà anche la tradizione culinaria ad accompagnare i vicentini nel week end. Dalla cena di stasera e per tutto sabato 8 settembre, i Ristoratori di Confartigianato Vicenza proporranno uno stand gastronomico lungo piazza Biade. Due i menu popolari: “La Rua piccola” (5 euro) e “La Rua grande” (10 euro), che conterranno esclusivamente prodotti vicentini. Sempre nella giornata di sabato, il luna park di Campo Marzo aprirà anche nella fascia oraria dalle 10 alle 12.30, oltre che dalle 15 all’una.

Proprio per facilitare l’afflusso dei cittadini, sabato e domenica viale Roma verrà chiuso al traffico, dalle 9 alle 20. Proprio viale Roma, sarà teatro dell’iniziativa “Mestieri in strada”, organizzata da Riccardo Solfo per l’Associazione “Vivere il Centro”. Domenica prosegue inoltre, con due appuntamenti, “Musicalcentro 2012, aspettando la Basilica”: alle 11, ai Giardini Salvi, sarà la volta del “pianista fuori posto”, mentre alle 17, in piazza Matteotti, si potrà assistere allo spettacolo di tango con “Yessica & Emiliano”.

Giulia Guglielmi

da ilgiornaledivicenza.it

Rispondi