Categorie
turismo ultime notizie venezia

Venezia turisti truffati da alcuni gondolieri : il video a Striscia la Notizia

Tariffe in gondola gonfiate per i turisti
L’assessore al Turismo: «Sconcertato». L’Ente: convocata commissione di disciplina, multe pesanti e licenze a rischio

Venezia il vento e le gondole e il ghiaccio 03Un nuovo servizio di Striscia la Notizia mette in imbarazzo i gondolieri veneziani: nel video mandato in onda ieri sera viene mostrato come alcuni gondolieri applichino ai turisti prezzi più elevati rispetto al tariffario approvato: 80 euro per soli 30 minuti, ma addirittura 100 euro per lo stesso tempo, o 120 per 40 minuti esatti, infine viene mostrato un gondoliere che chiede 300 euro per un’ora e mezza (da tenere ben presente che la tariffa ufficiale diurna è di 80 euro per 40 minuti).

«Ho guardato con sconcerto il servizio, che dimostra con l’ineluttabile chiarezza del linguaggio delle immagini, alcuni gondolieri che adottano, ancora una volta, comportamenti scorretti nei confronti di ignari turisti: comportamenti che fanno vergognare la categoria, composta da gente onesta, e ancor più la città di Venezia, che fa del gondoliere uno dei suoi emblemi nel mondo». È arrabbiato l’assessore comunale al Turismo Roberto Panciera commentando il servizio.

«Questo ulteriore fatto, documentato con dovizia di particolari – afferma – mi spinge a chiedere con forte insistenza ai vertici dell’Ente Gondola di intervenire con pesanti sanzioni pecuniarie e sospensioni temporanee delle licenze. Non è possibile infatti consentire il perpetrarsi di casi, evidentemente non così isolati, che gettano discredito sulla nostra città e sulle sue tradizioni più care». Per Panciera, «è ora che finisca il tempo di ogni possibile connivenza e chi, della categoria, è testimone di simili comportamenti, deve denunciarli». L’assessore invita infine l’Associazione dei bancali e il suo presidente, Aldo Reato, «che ha profuso in questi anni grande impegno e generoso servizio alla categoria ed alla nostra città, a scovare i colpevoli ed attivare le opportune contromisure per evitare il susseguirsi di tali inqualificabili comportamenti».

Licenze a rischio. Il Presidente dell’Ente Gondola di Venezia Nicola Falconi si dice «profondamente turbato» dagli episodi di tariffe gonfiate messi in luce da Striscia la notizia e annuncia la convocazione della commissione di disciplina. La Commissione, spiega Falconi, «potrà infiggere sanzioni anche molto pesanti, che vanno dalla sospensione temporanea, fino alla revoca della licenza di gondoliere». «Considerata anche la rilevanza mediatica dei fatti accaduti» il presidente dell’Ente Gondola ha deciso, inoltre, la convocazione di un consiglio di amministrazione straordinario, al quale sarà invitato il sindaco e gli assessori Bergamo e Pancera. «L’Istituzione Gondola, organismo strumentale del Comune di Venezia, preposto al controllo del comparto gondola – promette Falconi – assumerà rapidamente tutti i provvedimenti necessari a sanzionare i responsabili e a tutelare l’immagine del mondo legato alla gondola».

«Purtroppo anche tra noi ci sono delle mele marce che sono da punire nel modo più totale senza se e senza ma». Aldo Reato, presidente dei Bancali (la rappresentanza “sindacale” dei gondolieri di Venezia), reagisce così di fronte alle tariffe gonfiate. Reato ha già convocato un’assemblea dei gondolieri dove si affronterà «spero una volta per tutte – afferma – questa questione, perché fatti del genere non si ripetano».

«Non ci sarà alcuna pietà per i colpevoli – aggiunge Reato – così come siamo pronti a scusarci con le loro vittime. I gondolieri con le loro imbarcazioni sono il simbolo di Venezia e proprio il nostro lavoro deve essere il primo baluardo per tutelare il decoro di questa città. Vicende come questa – rincara – uccidono il lavoro di tante persone oneste, ma anche dei veneziani tutti, e quindi non si può lasciar correre».

da gazzettino.it

Rispondi