Vacanze per gli Europei la crisi è finita

Gli europei e le vacanze
la crisi non c’è più
Il “Barometro Ipsos – Europ Assistance”, su attitudini e preoccupazioni degli europei in vacanza, giunto alla sua undicesima edizione, è stato svolto su un campione di 3.500 abitanti di 7 Paesi

Gli europei e le vacanze al centro dello studio di Europ Assistance. Con l’arrivo dell’estate si avvicina la data fatidica per la partenza per le agognate vacanze ecco quindi che, puntuali, arrivano sondaggi e previsioni varie. Così l’istituto di ricerca Ipsos ha realizzato per conto di Europ Assistance un’indagine su intenzioni e programmi di viaggio di un campione rappresentativo di cittadini europei. Il “Barometro Ipsos – Europ Assistance”, studio su attitudini e preoccupazioni degli europei in vacanza, giunto alla sua undicesima edizione, è stato svolto su un gruppo di 3.500 abitanti di 7 Paesi (Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Spagna, Belgio e Austria), e ha come obiettivo quello di indagare le scelte e le motivazioni di viaggio dei vacanzieri del Vecchio Continente, le destinazioni e i tipi di soggiorno preferiti, i rischi maggiormente percepiti e le scelte di copertura assicurativa oltre che di anche analizzare l’impatto della crisi economica globale sui progetti di vacanza degli europei.

Dalla ricerca emerge che ben il 66% degli europei intende partire la prossima estate (+2% rispetto al 2010), totalizzando così una percentuale che riporta i valori quasi ai livelli pre-crisi. In termini di destinazioni il Vecchio Continente conserva la preferenza di 8 cittadini su 10 e il successo del turismo entro i confini nazionali si conferma con il 47% del campione che resterà nel proprio paese d’origine, una percentuale che cresce nei territori che godono di un clima favorevole, davanti a tutti Italia, Francia e Spagna. In casa nostra si registra un significativo incremento delle intenzioni di partenza (78%; +7% rispetto al 2010), dato che ci assicura il primato di cittadini europei con il più alto numero di intenzioni a fare le valige.

Quanto alla spesa media per nucleo familiare, gli italiani, con un budget di 2.244 euro, si piazzano al terzo posto della classifica generale dopo  Belgio e Austria e praticamente alla pari con la Germania.
Per la durata invece, se i soggiorni di 2 settimane restano quelli preferiti (39%, anche se in calo rispetto allo scorso anno), il 40% degli italiani partirà quest’anno per una sola settimana di vacanza.

Da notare poi che gli europei organizzano sempre più le proprie vacanze utilizzando internet con il 57% degli intervistati che dichiara di prenotare soprattutto attraverso questo canale (una percentuale in continua crescita dal 2005, quando solo il 28% lo utilizzava). Gli inglesi restano il popolo di “navigatori” per eccellenza con il 71% degli internauti. E per il secondo anno consecutivo l’Italia non rappresenta più il fanalino di coda dell’Europa nell’utilizzo del web, poiché rispetto al 2008, la percentuale di internauti è aumentata del 12%.

Quest’anno poi per la prima volta lo studio indaga sull’utilizzo degli smartphone nelle fasi di “pianificazione” e “durante” la vacanza: 1 europeo su 4 dichiara di possederne uno, ma il 57% dice di utilizzarlo meno in vacanza rispetto al resto dell’anno, facendo così emergere un desiderio di “staccare” durante le ferie. Al contrario gli italiani si aggiudicano il primato di vacanzieri “smartphone dipendenti” con la più alta percentuale di utenti che “lo utilizzano maggiormente in vacanza”: il 20% del campione, rispetto al 12% della media europea.

Infine dall’analisi emerge che gli europei si tutelano un po’ di più attraverso le polizze assicurative specialmente tedeschi, italiani e austriaci. In particolare la polizza abbraccia eventuali problemi al veicolo (64%, +7%), di salute dei familiari rimasti a casa (32%, +9%), mentre in Italia sale la propensione a acquistare polizze assicurative o di assistenza anche se la percentuale permane al di sotto della media europea in tutti i parametri considerati.
I risultati completi della ricerca del Barometro Ipsos – Europ Assistance sono disponibili  sito europassistance.it.

da repubblica.it

Leave a Reply