Vacanze 2009 nei Blog

vacanze2Le vacanze ai tempi della crisi: quali sono le tendenze per il 2009? E le mete? Tra sondaggi e analisi, ecco qualche consiglio per non spendere troppo e trovare il posto giusto, adatto alle nostre esigenze

L’estate avanza e, con lei, la voglia di staccare per qualche giorno e partire per le vacanze.
Secondo tutti i sondaggi, diminuiscono i giorni pro capite e le mete si fanno meno esotiche, ma il desiderio di partire non si arresta nemmeno di fronte a un’economia più pigra.
Soprattutto le famiglie con bambini non rinunciano a trovare soluzioni adatte alle proprie tasche e alle esigenze di chi deve conciliare bellezza naturale, divertimento e servizi adeguati ai piccoli. Ecco qualche idea per chi si appresta a prenotare, made in blogger!

A proposito di sondaggi, ecco cosa dice l’indagine condotta dall’Adoc (fonte Geoviaggi):

La voglia di andare in vacanza è sempre tanta, ma la crisi mondiale ha coinvolto anche il settore turismo e dunque gli italiani che quest’anno partiranno per le vacanze estive non saranno tantissimi. Lo conferma anche un’indagine condotta dall’associazione nazionale per la difesa e l’orientamento dei consumatori (Adoc) sul turismo estivo, secondo la quale soltanto il 24 per cento degli italiani si concederà le tanto desiderate vacanze estive. E anche tra coloro che alla vacanza non rinunciano la parola risparmio è d’obbligo, così si acquistano i biglietti low cost oppure ci si organizza il viaggio per proprio conto. Il presidente dell’Adoc, Carlo Pileri, ha infatti sottolineato come “la prossima estate sarà segnata dal risparmio, solo un quarto degli italiani, il 24 per cento, andrà in vacanza e la maggior parte di questi opterà per viaggi brevi e economici. La crisi di quest’anno ha costretto a ridurre drasticamente i propri giorni di ferie per potersi permettere una vacanza dignitosa e a risparmiare sul superfluo. Tant’è che sono in crescita i viaggi low cost, scelti dal 35 per cento dei partenti e quelli pagati a rate, circa l’8 per cento”.

Per le famiglie, le vacanze di una settimana al mare, rispetto all’anno passato, saranno più care. Ecco i dati, riportati da Consumatori myblog:

Le vacanze al mare di una settimana, infatti, non sono alla portata di tutti. Dal monitoraggio della spesa per questo tipo di vacanza per una famiglia tipo, composta da due adulti e due figli, emerge un rincaro del 4,4% rispetto al 2008, con una spesa complessiva di 3.242 €.
Come si evince dalla tabella, se da un lato la benzina diminuisce rispetto agli aumenti vertiginosi dello scorso anno, dovuti all’impennata del costo del petrolio, dall’altro aumentano generi alimentari e pedaggi autostradali.

Da questo post è possibile scaricare anche una tabella allegata con i costi nel dettaglio. Soldiblog offre un valido consiglio a chi voglia conciliare risparmio ed ecologia:
Vacanze più economiche per quanti scelgano il rispetto ambientale. Questo il cuore dell’accordo siglato da Legambiente e Trenitalia per la stagione estiva 2009.
Scegliere di spostarsi in treno può portare infatti ad un 10% di sconto sul costo del soggiorno. Sono al momento circa 60 le strutture ricettive (hotel, camping, agriturismi, ostelli, residence o B&B) contrassegnate con l’etichetta ecologica di ‘Legambiente Turismo’.
Per usufruire dello sconto basta aderire all’offerta al momento della prenotazione e presentare, al saldo del conto, un biglietto ferroviario che riporti una data antecedente (non piu’ di 3 giorni a quella di inizio soggiorno).

Spazio Mamme, citando un articolo del Corriere, fa la lista delle località marine italiane considerate più adatte e a misura di bambino:
Ecco le migliore località marine per le vacanze dei bambini scelte da oltre trecento pediatri

1. OSTUNI (provincia di Brindisi, in Puglia) la costa si estende per venti chilometri in un susseguirsi di baie immerse nel verde, tra scogliere frastagliate e lunghe spiagge di sabbia bianca e finissima.

2. SAN TEODORO (provincia di Nuoro, in Sardegna) circondata dalla macchia mediterranea, la località si affaccia sul mare con 18 spiagge e numerose calette. Il mare, trasparente, è sempre caldo.

3. CEFALÙ (provincia di Palermo, in Sicilia) sotto la fantastica Cattedrale, nel centro della cittadina, si gustano imperdibili granite di limone e di gelse.

4. VIAREGGIO (provincia di Lucca, in Toscana) due splendide pinete, due aree verdi molto estese, danno la possibilità di fare una passeggiata lontani dal rumore delle macchine, senza allontanarsi dal centro, oppure di fare uno sport all’aperto.

5. SABAUDIA (provincia di Latina, nel Lazio) non solo il mare, ma anche quattro laghi e il Parco nazionale del Circeo, ricco di specie animali.

6. RICCIONE (provincia di Rimini, in Emilia Romagna) i 135 stabilimenti offrono tutte le mattine lo spettacolo di una spiaggia pulita e ordinata, 41 postazioni di salvataggio vigilano sulla sicurezza dei turisti, un’area è esclusivamente dedicata ai giochi dei bambini.

7. SAN BENEDETTO DEL TRONTO (provincia di Ascoli Piceno, nelle Marche) il lungomare di palme circonda spiagge di sabbia finissima che degradano dolcemente nel mare dai fondali bassi.

8. LIGNANO SABBIADORO (provincia di Udine, in Friuli Venezia Giulia) su www. lignano.it è possibile prenotare online l’ombrellone sull’arenile, che si si estende per circa otto chilometri.

9. NICOTERA MARINA (provincia di Vibo Valentia, in Calabria) si possono fare lunghe passeggiate sulla spiaggia fine, nella natura, e se si vuole una gita a Stromboli, a un tiro di schioppo.

10. JESOLO (provincia di Venezia, in Veneto) ricchissima di alberghi, appartamenti in affitto e divertimenti di ogni tipo per piccoli e grandi, dal parco acquatico al minigolf.

Tripshake caldeggia invece le mete lontane, portando in aereo i bambini. Ecco i motivi:

La maggior parte dei genitori desidera portare in viaggio anche i propri figli, ma spesso pensa che un viaggio lontano con un bambino piccolo sia troppo rischioso. Ma è davvero così?
Viaggiare con un bambino piccolo al seguito è economico. Fino a due anni i bambini pagano l’aereo solo al dieci per cento. Anche per il pernottamento ci sono spesso degli sconti.
Nei primi due o tre anni di vita i bambini hanno un’elevata capacità di adattamento. Per stare bene hanno soprattutto bisogno dei genitori. Crescendo invece diventa importante anche il contatto con i coetanei, magari anche un programma di intrattenimento.
Quando i bambini sono piccoli non si è ancora vincolati dalle vacanze scolastiche ed è quindi possibile partire quando le condizioni climatiche o finanziarie sono più favorevoli.

Se le motivazioni vi hanno convinto, allora vale la pena di leggere anche il Vademecum per viaggiare in aereo con bambini di Frequentlyflyer.it.

Se siete degli amanti della montagna, su Smamma è la Svizzera a vincere l’indice del gradimento:

Hotel per bambini, pacchetti famiglia e offerte interessanti. Ma non in italiano.
L’altro giorno in stazione c’era uno stand dell’Ente per il Turismo Svizzero e una gentile signorina mi ha offerto un sacchetto contenente brochure e informazioni sulle proposte per l’estate. Cataloghi davvero ben realizzati, stimolanti e decisamente interessanti.

Così ho scoperto che esistono tutta una serie di soluzioni per le vacanze con i bambini e che sono riunite in un’apposita sezione del loro sito ufficiale. Lì troverete informazioni sui resort per famiglie, sugli hotel per bambini e sulle escursioni che vanno dal villaggio di Heidi al trenino che viaggia sul ghiacciaio. E parliamo di pagine e pagine di idee che possono sempre tornare utili.

Un’intera sezione è dedicata alle offerte che, almeno sulla carta, sembrano davvero vantaggiose. Amici mi dicono che in Svizzera il mese di agosto è bassa stagione. Sarà per quello, in ogni caso già un Paese dove agosto è bassa stagione mi pare illuminato.

Oltre a bed&breakfast e campeggi, tra le offerte sono segnalate molte attività “agresti”: le vacanze in fattoria, i pernottamenti sulla paglia, il turismo rurale. (Di soluzioni analoghe avevamo già parlato per i masi dell’Alto Adige che restano ovviamente un’alternativa sorprendente per le vacanze in montagna con i bambini).

La Toscana resta una delle mete preferite delle famiglie. Ecco allora che Notizie in Rete spiega come destreggiarsi tra le tante offerte:

Vacanze per bambini? Ecco i migliori itinerari in Toscana dedicati alle vacanze per la famiglia.
Formati esclusivamente sul desiderio e le richieste di svago e divertimento per i più piccoli, le mète designate dal nuovo portale  soddisfano tutta la famiglia, partendo da costi ridimensionati per viaggi interessanti e molto divertenti!
Un salto, dunque, in Toscana per ammirare la piccola Collodi e i suoi ampi gioielli, come il Parco di Pinocchio e il Giardino di Villa Garzoni, ma non dimenticate la meravigliose creature della Butterfly House!
A Pistoia lo Zoo Di Pistoia richiama soprattutto per l’attività culturale e per i biglietti scontati, ma non si può aggirare il meraviglioso borgo di Vinci, sede nondimeno che del superbo Museo di Leonardo, dove poter ammirare le più importanti opere del maestro per antonomasia!

Se non avete la possibilità di fare vacanze tutti insieme, i bambini più grandi potrebbero conciliare divertimento con ecologia e conoscenza della natura. Il WWF propone campi estivi davvero interessanti e che potrebbero incentivare anche la ripresa delle attività turistiche in Abruzzo (fonte Ecologia):

L’estate è alle porte e le vacanze diventano il nostro pensiero fisso ogni giorno che passa. Per chi non avesse ancora prenotato, oltre alle Experience Week a Findhorn (vedi post del 11 maggio scorso) c’è un’alternativa molto più vicina a noi. Per scoprire le bellezza del nostro Paese in piena armonia con la natura.
Come ogni anno, il WWF propone infatti campi e vacanze estive all’insegna della sostenibilità. Grazie all’ampia offerta di soggiorni, bambini, ragazzi e famiglie possono rilassare la mente e rigenerare il fisico imparando contemporaneamente il valore del nostro patrimonio naturalistico. Ogni turista può infatti godere della piacevole compagnia degli animatori, che oltre a coinvolgere in attività ed escursioni, hanno il compito di educare e sensibilizzare sui problemi ambientali del luogo.
Proposta particolare per il 2009: Campi Avventura in Abruzzo per aiutare la ripresa del turismo locale nel pieno rispetto delle zone terremotate (le strutture sono lontane dai luoghi del sisma).

E sempre pensando all’Abruzzo, regione bellissima del nostro Paese, alcune località marine sembrano offrire un’invidiabile offerta ai turisti (fonte Abruzzo blog):

L’Abruzzo si colloca al quarto posto nella classifica delle regioni italiane per la media di vele assegnate, preceduto da Sicilia, Puglia e Toscana (al primo posto). In pole position tra le dieci località selezionate c’è Rocca San Giovanni, fra le 38 località italiane ad aver conseguito 4 vele. Tre vele vanno nel Teatino ad Ortona, San Vito Chietino e Vasto, e nel Teramano a Roseto degli Abruzzi e Pineto; due vele a Torino di Sangro e Martinsicuro, mentre ad Alba Adriatica una vela.

Per finire segnaliamo un post che consiglia di viaggiare a luglio, per un sacco di buoni motivi. Lo troviamo su Social Post:

Organizzare le tue vacanze estive nel mese di Luglio ti permette di viaggiare in totale relax e a costi, tutto sommato, più che accettabili, specialmente se si riesce ad approfittare dei tanti last minute proposti dai tour operator (qui ne puoi trovare alcuni: last minute luglio).

Che tu stia organizzando le tue ferie al mare o in montagna, viaggiare a Luglio è la soluzione migliore per evitare anche l’affollamento che caratterzza tutte le mete turistiche nel mese di Agosto.

Se ancora non ti ho convinto, eccoti 5 buoni motivi per viaggiare a Luglio.

1) Risparmio sul viaggio

I prezzi di Luglio sono di gran lunga più bassi rispetto a quelli di Agosto e permettono di risparmiare anche il 30, 40 %.

2) Minore affollamento

A Luglio tutte le località turistiche (specialmente quelle di mare) sono meno affollate rispetto al mese di Agosto; in questo modo è possibile godersi la vacanza in totale relax.

3) Maggiore disponibilità

Le prenotazioni negli hotel e nei residence non raggiungono i livelli di Agosto, così è più facile trovare disponibilità di camere o appartamenti anche per chi si decide con un pò di ritardo.

4) Clima migliore

Specialmente viaggiando nei primi giorni del mese di Luglio il clima è leggermente migliore e, specialmente la sera, un pò più fresco.

5) Biglietti aerei

Trovare un biglietto aereo ad Agosto e quasi impossibile e, quando si trova, i prezzi sono spaventosi. A Luglio, specialmente acquistando il biglietto con qualche mese di anticipo, si può volare a prezzi davvero interessanti in tutta Europa.

Le proposte e gli spunti sono moltissimi. L’offerta è varia e alla portata di molte tasche (speriamo di tutte). E in attesa di mettere i piedi a mollo, consiglio a tutti una buona navigata virtuale per accaparrarsi un buon posto al sole!

da LIQUIDA

One thought on “Vacanze 2009 nei Blog

Leave a Reply