Categorie
turismo ultime notizie vacanze

Vacanze in rosa con le amiche

Una vacanza tutta in rosa
“In viaggio con le amiche”. Una guida pratica per il viaggio interamente al femminile. Tra avventura e shopping, ricerca di relax o di svago. E di mete sicure

di Maria Grilli

Natale con le amiche. Non è il titolo di un nuovo cinepanettone, ma una delle ultime tendenze per le vacanze. Sono sempre più le donne che scelgono di passare qualche giorno, o anche qualche settimana, con la propria amica del cuore o più di una. Amiche con le quali condividere esperienze, avventure e emozioni, camere e chiacchiere in complicità. Lo confermano le statistiche. Secondo i dati di Meta Comunicazione, ben 6 donne su 10 sognano di trascorrere un fine settimana tra amiche e il 59% delle italiane vorrebbe partire con l’amica del cuore. I posti di viaggio sono terme, borghi marinari e montani ma anche mete esotiche, città dove sbizzarrirsi facendo shopping fino a monasteri dove stare qualche ora circondate solo dal silenzio. Quali possono essere le ragioni di tutto questo? Concedersi uno stacco dalla vita quotidiana, scappare da bollette da pagare, panni da stirare, pulizie da fare. Fuggire dal lavoro, dai capi, dalla burocrazia, dalla scuola, e godersi così un viaggio all’insegna dell’avventura, una pausa per riscoprire i piaceri dell’arte, un tour insolito verso destinazioni poco note o anche un agognato break di assoluto benessere, coccolate da massaggi e percorsi per ritrovare l’equilibrio.

E ancora, talvolta, per riflettere sulla situazione sentimentale, ricominciare da zero con una nuova energia e anche autostima. Per tutte queste donne, e non conta l’età, ora c’è una guida “In Viaggio con le Amiche” di Isa Grassano (edito da Newton Compton) che, forte della sua esperienza come giornalista di turismo e dopo aver spaziato sulle cose da fare gratuitamente ha messo insieme una serie di mete e destinazioni total Pink: nei colori, nelle atmosfere, nei dettagli. Luoghi ideali al femminile e sicuri da girare.

Molto gettonati i paesi del Nord Europa come Helsinki dove la parola d’ordine: design. Come dice l’autrice: «se le forme più strane vi attraggono, Helsinki è la capitale che fa per voi. Annoiarsi è impossibile. Questa metropoli tascabile, come amano chiamarla gli stessi abitanti, situata nel cuore della regione del mar Baltico, è una città a dimensione rosa, piacevole da scoprire camminando a piedi. Qui non si può non provare una sauna, è un’esperienza unica. Di solito i finlandesi ne possiedono una in casa, ma sono numerose anche quelle pubbliche. L’ultima creazione è Kulttuurisauna, a basso impatto ambientale e alimentata da energie rinnovabili, ma non vi deluderà neanche la Kotiharjun sauna Oy, in una piscina art déco, riscaldata a legna. Il senso di libertà è impagabile. Si nuota nudi. Qualche inibizione? State tranquille. Uomini e donne hanno accesso a giorni alterni».

Oppure, tra le altre mete proposte, c’è il Finnmark, in Norvegia per inseguire la scia delle aurore boreali. Per andare più lontano si può vivere l’emozione di festeggiare le festività natalizie in Uganda, nel rifugio di mamma gorilla, o in Sri Lanka alla ricerca della propria serendipity, la sensazione che si prova quando si scopre una cosa non cercata.

E in Italia? Ecco diverse destinazioni, ad iniziare da un tour tra i castelli di Parma e Piacenza, dove sentirsi un po’ principesse e respirare le atmosfere di una volta, o sentirsi glam-chic nel centro di Bologna, dove, parafrasando un testo di Lucio Dalla, non si perde neanche una donna. Sotto le torri ci si scatena con lo shopping ricercato in via San Felice, una sorta di Notting Hill londinese, una trasformazione molto fashion per una strada che, fino al dopoguerra, era popolare e vissuta dalle lavandaie del canale Reno. Al civico 16 si trova pure la Libreria delle donne, un luogo dove si intrecciano e si valorizzano gli scambi tra donne amanti dei libri e della scrittura. A Torino la proposta è godere dei caffé storici e poi rifugiarsi all’hammam Alma Terra, uno tra i primi a aprire in Italia. «Voluto da un’associazione interculturale di sole donne, Alma Mater, ha come finalità il benessere esclusivo del gentil sesso, secondo la tradizione araba».

Nel libro oltre alle mete in rosa non mancano tutta una serie di esperienze da vivere, quasi a fare “un viaggio nel viaggio”. Così se si è stanche di dover fare la spesa e spignattare in cucina, stufe del solito ristorante o semplicemente dei fornelli, si può organizzare una cenetta, da sola o in compagnia, a casa di una delle Cesarine, trattorie estemporanee allestite tra le pareti domestiche. E perché no, festeggiare il compleanno di un’amica, una laurea, un addio al nubilato. In un ambiente riservato e accogliente, dove ci si sente sempre a proprio agio. Ancora fare pranzi divini in un monastero, case “ispirate”, dove «bussare e vi sarà aperto».

Per le donne che amano cucinare, c’è una selezione di strutture che propongono lezioni ai fornelli, in giro per il Bel Paese: seguire un corso goloso, rubare i segreti dei cuochi, curiosare tra gli attrezzi, scoprire come improvvisare una cena squisita in poco tempo.

Oppure ci si può dedicare all’ortoterapia: il rimedio naturale allo stress e ai mali della vita moderna. Mettere le mani nella terra, insieme a una o più amiche, può diventare un modo per sviluppare il senso di responsabilità e di socializzazione, ma anche l’occasione per tenere confidenze mentre si scava una patata e si raccoglie una zucchina. Vivere le terme e i centri benessere, con trattamenti mirati, mentre il borbottio dell’acqua fa da contorno alle chiacchiere. Fino ad hotel e ostelli che che propongono una serie di servizi, attenzioni dedicate e coccole in rosa.

In appendice ci sono i siti consigliati da consultare prima di partire, da quello della Farnesina, Viaggiare Sicuri, con le indicazioni paese per paese sulla loro sicurezza e gli aggiornamenti sulle situazioni a rischio, passando per quello di Federconsumatori per avere informazioni sulle assicurazioni e la tutela dei viaggiatori, oppure la onlus Telefono Blu, per assistenza legale e consigli on line. Ci sono anche i blog community di neonomadi tutta al femminile, da Amiche si parte, a donne con la valigia e le App da tenere nel bagaglio a mano, da AroundMe” che scova ristoranti, locali, cinema, farmacie e pompe di benzina nelle vicinanze, a “All Subway” che racchiude le mappe delle linee metropolitane di 128 città nel mondo. Insomma, come recita il sottotitolo: “mollate tutto e partite! Non vi resta che fare le valigie”.

da repubblica.it

Rispondi