Categorie
turismo ultime notizie vacanze

Turismo in zone segrete ed “off limits”

Vacanze “off limits”
Qui è meglio non andare: luoghi misteriosi dove il turista è a serio rischio

Eleonora Autilio

turismo_off_limis_area_51E’ bello quando si viaggia esplorare la nostra meta fino nei meandri più nascosti ed andare magari a curiosare nei luoghi “off limits”, solo per vedere cosa c’è. Ma attenzione perchè non sempre gironzolare intorno ai luoghi proibiti può rivelarsi una scelta azzeccata. Ci sono posti nel mondo talmente interdetti al pubblico che sarebbe molto meglio tenersene alla larga se si vuole trascorrere la propria vacanza in tranquillità e sicurezza. Vediamone alcuni.

La Russia è un Paese ricco di cose da vedere, quindi perchè andarsi ad avventurare in posti poco raccomandabili come la città di Mezhgorye? Questa località nel cuore degli Urali è letterlamente blindata e non se ne conosce il motivo. Si dice che custodisca la più importante centrale atomica del Paese. Nella capitale, invece, i media affermano che esista una vera e propria rete metropolitana parallela a quella “civile”, che collega  il Cremlino con la sede del FSB, con l’aeroporto governativo di Mosca-Vnukovu e con la presunta città sotterranea a Remenki. Le fonti ufficiali non ne hanno mai confermato l’esistenza, ma in ogni caso, è meglio non andare a cercarla.

Gli Stati Uniti non sono da meno. Chi non ha mai sentito parlare della celeberrima Area 51 nel Nevada di cui si parla tanto e si sa poco. Se vi trovate a Las Vegas, però, girate per locali e casino e non spingetevi sin lassù, non si sa mai quello potreste trovarci. Tenetevi lontano anche dalla base aerea di Englin, in Florida. La delicatezza degli esperimenti militari che vi si conducono non la rendono un luogo adatto a turisti curiosi. Anche il Centro per la Gestione e l’Assistenza in caso di Emergenze Nazionali è avvolto dal mistero. Non si sa nemmeno dove sia, e forse è meglio così. Sentito parlare, invece, del Disney Club33 a Disneyland? E’ l’unico luogo nel parco dove si servono alcolici e si possono organizzare feste esclusive. L’accesso è, però, naturalmente super riservato.

Gli Archivi segreti del Vaticano vi incuriosiscono? Allora dopo una lunga trafila burocratica potreste ottenere l’accesso ai famosi documenti che custodisce. Ma solo fino al 1975. Se amate i templi giapponesi, attenti a non avvicinarvi troppo a quello di Naign: possono, infatti, accedervi soltanto i membri della famiglia imperiale. Nel White’s Club di Londra, invece, possono da secoli entrare soltanto (alcuni) uomini, mentre nell’Ufficio 39 in Corea del Nord non può entrare proprio  nessuno. Qui, infatti, si occupano di rifornire il regime di Pyongyang di beni di lusso, droghe ed alcolici per corrompere i propri ufficiali.

da libero.it

Rispondi