Turismo e Crisi Economica

Il settore turistico sta subendo molto gli effetti negativi di questa crisi economica:  l’incertezza sul futuro e i budget disponibili, sempre più ristretti, influiscono molto sulle scelte della meta e della durata della villeggiatura, soprattutto per quanto riguarda le prossime vacanze pasquali.

europa Per gli Italiani, le statistiche rivelano un netto calo per le destinazioni a lungo raggio, rivelatesi fin troppo costose. Al contrario, le capitali della Vecchia Europa e lo splendido Mar Mediterraneo sembrano tener testa a queste negative profusioni, ma anche il Mar Rosso si difende abbastanza bene.

Determinanti sono i voli low cost, che permettono l’abbattimento dei costi di viaggio. Proprio dai rilevamenti fatti in previsione delle prossimevacanze, si comprende che l’importo per il viaggio si è contratto del 15% rispetto all’anno scorso, con una spesa media di circa 400 euro per destinazioni estere e di circa 300 euro per mete italiane.europa1

Inoltre  si è verificata una diminuzione nei giorni da dedicare al viaggio: dai 5 della Pasqua 2008, ai 3 previsti per il 2009.

Leave a Reply