Turismo nel Continente Nero

Vacanze in Africa, tra la natura del Continente Nero.

di Sonia Scarlata

africa_vacanze_turismoE’ il momento giusto per prenotare le vacanze nel Continente Nero, ma con una tappa speciale, però, in Zimbabwe.La scritta Victoria Fall National Park vi prepara all’impatto vero con l’Africa.

Nella regione del Mpuralanca, i turisti sono una rarità e solo per questo la zona merita una visita. Entrate nella Panorama Route, ovvero la strada del panorama, è una sorpresa continua.

Vette fitte da abeti e pini lasciano il posto a montagne rocciose che virano al rosa, con alberi di banano che abbracciano i baobab.
Il tragitto porta al Blide River Canyon, quì il fiume ha plasmato pietre e insenature ocra e le ha trasformate in sculture di Boccioni.

Ogni sosta regala un tesoro: c’è il Pinnacle, ovvero l’enorme grattacielo di ardesia, e la Finestra di Dio, l’angolo da cui si aprono colline e cascate e l’orizzonte sembra non avere fine.
Per non rompere l’atmosfera da sogno, dormite all’Hucala Lakeside Lodge, un romantico resort a bordo lago.

Dopo acqua , alberi e montagne, vi attende un altro volto di Madre Natura: gli animali. Scegliete il Kruger e i safari organizzati, perchè anche se è il parco più visitato, ci vivono 147 specie diverse di mammiferi e solo un ranger. Partite con i compagni all’alba e al pomeriggio alla ricerca di elefanti, giraffe, leoni.

Ad un certo punto il rito è d’obbligo: l’happy hour del tramonto. Un’altra tappa è Cape Town: Città del Capo vi trasporterà in un’altra dimensione con le eleganti case vittoriane nelle viette zeppe di bancarelle e colori.

Insomma, questo paese regala da solo le tante meraviglie del mondo, ma su tutto domina la natura. Ovvero la Table Mountain, la montagna piatta simbolo della metropoli, con la teleferica “rotante”, gira intorno a se stessa mentre sale.

Ma a 40 minuti d’auto, trovate Capo di Buona Speranza, con il faro che segnava ai marinai la fine del mondo. Quì si incontrano gli oceani: quello Indiano, calmo e color smeraldo, accarezza l’Atlantico, nero e con onde impetuose. Due mondi contrapposti che si fondano, in quella che è stata la terra di apartheid, uniti da Madre Natura.

da cervelliamo.blogspot.it

Leave a Reply