Categorie
Liguria

Trovato il relitto del piroscafo Enrichetta affondato da un siluro nel 2017 a Moneglia riviera ligure

Trovato il relitto “fantasma”
Da 95 anni a meno 250 metri
Il team di esploratori d’altura ha individuato il piroscafo ‘Enrichetta’ affondato nel 1917 dal siluro di un sommergibile tedesco. Era adagiato al largo di Moneglia, sulla riviera ligure di levante, in una fossa che dalla profondità di 155 metri scende a strapiombo per altri cento metri
Il relitto individuato sul fondo del mare al largo di Moneglia

Dopo 95 anni dal suo affondamento, rinvenuto il relitto del piroscafo inglese ‘Enrichetta’ al largo di Moneglia, nella riviera ligure di levante. Il relitto giaceva sul fondo del mare dal 30 giugno del 1917, colpito da un siluro di un sommergibile tedesco U63.

L’imbarcazione era entrata nella leggenda come il piroscafo fantasma: nessuno era mai riuscito ad individuarlo perché si era adagiato a circa due miglia dalla costa, in una fossa che dalla profondità di 155 metri scende a strapiombo per altri cento metri. Al termine di tre spedizioni subacquee, il team di eploratori d’altura del sub genovese Lorenzo Del Veneziano, ha svelato il mistero.

“La nave – spiega il sub – si è infilata nella fossa con la prua. E’ praticamente in verticale: la poppa spunta dalla sabbia. Il piroscafo mercantile era partito dall’Inghilterra e viaggiava trasportando un carico di treni”

La presenza del relitto nella fossa, ignota fino ad oggi alle carte nautiche, era stata inizialmente ipotizzata dal pescatore ed esperto di esplorazione di fondali con ecoscandaglio Massimo Massari. Lo studioso, trovato un primo riscontro, aveva immediatamente contattato Del Veneziano per la verifica della sua ipotesi. Nei primi giorni di agosto è stato realizzato il filmato della poppa del piroscafo. Nel corso del prossimo inverno sarà esplorata l’intera fossa grazie all’ausilio di un robot che si rende necessario a causa dell’eccessiva profondità che non consente immersioni d’altura.

Il team guidato da Del Veneziano è già noto per avere rinvenuto nel 2005, di fronte a Portofino, il relitto anch’esso a lungo cercato e mai trovato, dell’U-455, sommergibile della flotta del Terzo Reich affondato per una probabile esplosione interna nell’aprile del 1944 e da allora considerato un relitto ‘fantasma’ al pari di quello dell’Enrichetta.

da repubblica.it

Rispondi