Categorie
torino

Torino riapre la Reggia Venaria reale

Riapre la Reggia di Venaria
Gioiello barocco del Patrimonio mondiale dell’Umanita’

Riapre la Reggia di Venaria Reale, uno dei gioielli dell’Unesco, inserito nel Patrimonio Mondiale dell’Umanita’, a pochi chilometri da Torino, in un angolo di natura di grandissimo pregio paesaggistico e ambientale.

Lo fa con un evento di grande richiamo, il Festival dei Fiori, che vede i migliori flowers designer del mondo riuniti nello splendore delle Scuderie Juvarriane e della Citroniera di quella che fu una delle regge piu’ amate di Casa Savoia e che oggi e’ il quinto sito culturale piu’ visitato d’Italia.

Ma oltre al fascino dei fiori, la Reggia torna ad aprire i propri spazi con un percorso di visita rinnovato che evoca le emozioni e la storia di uno dei piu’ grandi capolavori dell’architettura barocca universale. C’e’ poi un calendario di eventi di primissimo piano, fra i quali una mostra dei gioielli degli zar (comprese le famosissime ”uova imperiali” di Faberge’) e una lunga serie di sorprese e occasioni per ”vivere” la reggia, a cominciare dalle ”cene regali” nella ”Galleria grande”, una delle piu’ belle dell’architettura barocca.

Il nuovo percorso di visita, denominato ‘Il Teatro di Storia e Magnificenza’, si divide tra il piano interrato (la storia) e il Piano Nobile (la magnificenza): il primo e’ concepito per far cogliere e riflettere su storie, temi e vicissitudini della dinastia sabauda dalle mitiche origini dell’anno Mille fino alla prima meta’ dell’Ottocento, quando si estinse il ramo principale dei Savoia. Il secondo e’ invece rappresentativo di una passeggiata nella magnificenza della corte, attraverso due momenti ben distinti, quello Seicentesco incentrato sul recupero dei miti classici e quello Settecentesco con le prospettive all’infinito e le architetture viste come teatro di luce.

La principale novita’ del 2012 e’ la riapertura degli appartamenti privati del Re e della Regina nell’ala sud-ovest del complesso, per la prima volta riproposti al pubblico con un allestimento che ne suggerisce l’originaria destinazione settecentesca.

Nella Camera di Udienza del Duca di Savoia, inoltre, e’ esposta la collezione di tabacchiere e orologi di Giorgio Accornero, prima donazione che la Reggia riceve per la propria collezione permanente.

Il percorso cerimoniale si completa con la Camera di parata e la Piccola Galleria alfieriana, due sale che concludono il percorso di visita e che sono state riportate all’antico splendore.

Inoltre, nella Camera di Udienza del Duca del Chiablese sara’ esposto un ritratto equestre di Vittorio Amedeo II, opera della pittrice di corte Maria Giovanna Battista Clementi detta La Clementina (Torino 1690-1761).

ll ricco calendario di eventi 2012 e’ aperto, a partire da venerdi’ 16, dal Festival dei Fiori, mentre all’inizio del mese di aprile, nelle Sale delle Arti, si aprira’ la mostra ‘I quadri del Re’, che vedra’ esposta la collezione del Principe Eugenio di Savoia, protagonista intrigante e carismatico della politica europea del Settecento. Seguiranno, a fine luglio, la mostra ‘Il gioielliere degli ultimi Zar’, con le creazioni di Peter Carl Faberge’, e in autunno ‘La barca sublime: la Peota dei Savoia’, con l’esposizione bucintoro del Re di Sardegna. (INFO: www.lavenaria.it).

da ansa.it

Rispondi