Categorie
curiosità Sport turismo ultime notizie vacanze

L’ultra trail Tor des Géants

Tor des Géants, caccia ai 600 pettorali
Venerdì aprono le preiscrizioni per l’ultra trail più duro del mondo, tra 15 giorni il sorteggio tra i concorrenti

Luca Casali

Tor_des_GeantsQuindici giorni di tempo e poi tutti al sorteggio. Si aprono domani le preiscrizioni online al Tor des Géant. Sarà la fase uno dell’endurance trail più duro al mondo. Almeno in questo non c’è fretta perché se lo scorso anno i 600 posti disponibili andarono bruciati in 27’ quest’anno i trailer avranno tempo sino al 14 febbraio per lasciare il proprio nome nella lista dei preiscritti. La novità rispetto a quanto comunicato dagli organizzatori dei Vda Trailers nello scorso autunno è che il costo della preiscrizione scende da 50 a 10 euro. «Lo abbiamo deciso – spiega Alessandra Nicoletti – a seguito dei commenti negativi che ci sono arrivati via mail e sui forum. Cinquanta euro con il gadget sembravano troppi e allora ci siamo subito adeguati e abbiamo deciso di abbassare la cifra a 10 euro e di togliere l’omaggio». Facile pensare che portando da 50 a 10 euro il costo le iscrizioni preventive potrebbero fioccare. E arrivare a quota 5-6000. Almeno questo si legge sui forum di trail.

«Difficile fare previsioni – dice Nicoletti -. È un test anche per la gara, per capire quanto interesse c’è. Siamo cresciuti molto da quando il Tor è nato. Siamo curiosi di saperlo». Tutti i preiscritti parteciperanno al sorteggio e i 660 estratti dovranno, entro il 28 febbraio, perfezionare l’iscrizione versando i 400 euro della tassa. Ci sono delle categorie particolari esenti dal sorteggio. Come i senatori, coloro cioè che hanno portato a termine tutte e tre le edizione della gara (2010, 2011, 2012): godranno del diritto di partecipazione senza essere sottoposti a sorteggio, anche se dovranno pre iscriversi anche loro. Poi ci sono le coppie: i corridori intenzionati a partecipare alla corsa in coppia dovranno dichiararlo al momento della pre-iscrizione; nell’urna la coppia dichiarata verrà considerata come singolo soggetto. Nel caso di estrazione ognuno dei due componenti provvederà al perfezionamento dell’iscrizione e, dunque, chi dei due verrà estratto trascinerà nella gara anche il secondo. «Lo abbiamo pensato soprattutto per chi viene da molto lontano e può così decide di dividere i costi di trasferta con un altro trailer».

Altro aspetto: la turnazione dei partecipanti. L’organizzazione ha deciso che a partire dal 2014 i corridori che avranno concluso l’iscrizione per tre edizioni consecutive del Tor non potranno partecipare alla quarta edizione seguente. «Questo perché – dice Nicoletti – uno degli obiettivi della gara è quello di promozione del territorio e un ricambio progressivo dei partecipanti permette una naturale moltiplicazione di nuovi ambasciatori della Valle d’Aosta e del Tor». L’edizione 2013 della gara è in programma all’8 al 15 settembre. Nel 2012 vinsero la valdostana Francesca Canepa e lo spagnolo Oscar Perez. Franco Collé fu il primo valdostano al traguardo, quinto assoluto. La gara venne interrotta due volte. A Valtournenche dopo che una colata di fango ostruì il passaggio sopra il rifugio Barmasse e a Saint-Rhémy-en Bosses dopo che neve e ghiaccio resero pericolosa l’ascesa al Colle Malatrà. Settantaquattro trailer giuNsero a Courmayeur: per gli altri l’arrivo fu spostato a Saint-Rhémy-en Bosses.

da lastampa.it

Rispondi