Categorie
curiosità mare Puglia

Taranto un siluro sulla spiaggia a Gianosa perso da un elicottero della Marina come in Operazione Sottoveste video foto

SUL LITORALE DI TARANTO
Un siluro sulla spiaggia, paura a Ginosa
La Marina: scusate l’abbiamo smarrito
È stato ritrovato dai bagnanti. L’arma utilizzata
da un elicottero per un’esercitazione. «È senza esplosivo»

TARANTO – Un siluro spiaggiato. Lo stupore dei bagnanti di Marina di Ginosa, pochi, a causa delle condizioni climatiche non ottimali, è stato grande. Dall’acqua, a pochi metri dalla battigia, martedì mattina, è emerso, trasportato dalle onde, un missile. Un signore, incautamente, lo ha trascinato sull’arenile, mentre è stata avvertita la Capitaneria di Porto di Taranto. Una troupe di Net- uno Tv (la web Tv fondata da ex lavoratori dell’industria tessile Miroglio), ha documentato il ritrovamento. I carabinieri hanno circondato la zona e ieri sera, due squadre della Marina Militare, una via mare e l’altra via terra, hanno recuperato il reperto.

LA PROVENIENZA – Si tratta di un siluro di piccole dimensioni, all’incirca due metri, rispetto ai siluri veri e propri, che l’Arma usa per le sue simulazioni. Non contiene carica esplosiva. «È – quindi – innocuo», fa sapere il Comando marittimo sud della Marina. «È stato sganciato da un elicottero durante delle esercitazioni al largo del Golfo di Taranto», ma al momento del suo recupero, i militari lo hanno smarrito. Le mareggiate dovute al vento di scirocco di questi giorni lo hanno trascinato fino all’arenile tarantino. «In questo caso, eccezionale, non si è corso alcun pericolo – fanno sapere dal Comando – perché si trattava di materiale non bellico usato per le esercitazioni. Ma se un cittadino dovesse ritrovare ordigni inesplosi non deve assolutamente toccarli e avvisare le autorità competenti – avvertono – perché potrebbe sempre trattarsi di qualche residuato di guerra».

 
Gino Martina da corriere.it

Rispondi