Caro-carburante: solo il 25% degli Italiani in viaggio durante le vacanze di Pasqua ?

Vacanze di Pasqua, in viaggio “solo” 4 italiani su 10

Valentina Tortelli

Le vacanze di Pasqua 2011 saranno fuori porta solo per 4 italiani su 10. Lo rivela uno studio dell’Adoc, associazione per la difesa e l’orientamento dei consumatori. La colpa? Soprattutto il caro-carburante: rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, infatti, fare un pieno di benzina costa 8 euro in più e per il diesel ce ne vogliono 12.

Una Pasqua 2011 domestica per più della metà degli italiani, dunque. Solo il 5% – rivela l’Adoc – partirà per più di tre notti. Fra chi parte, ben il 56% starà fuori solo una notte, mentre il 12% farà solo una gita di un giorno. Il giorno di Pasquetta rimane il più gettonato per gli spostamenti, si muoveranno oltre il 50% dei cittadini. La mobilità ridotta, dunque, sarebbe in buona parte colpa del caro – benzina a sua volta connesso con i disordini in Nordafrica. E per il pranzo?

La meta prediletta per festeggiare resta il ristorante, anche se la clientela è in calo del 4%. Salgono le presenze (ma anche i prezzi, rispetto al 2010) in agriturismo, ma il pranzo prediletto, quest’anno, è quello al sacco. Attenzione alle speculazioni, però, che durante le feste sono in agguato anche al supermercato. Il Casper – comitato anti speculazioni e per il risparmio – fornisce qualche utile consiglio per non incappare in prezzi alti proprio sui generi tradizionali: l’uovo di cioccolato, la colomba pasquale e la carne. Questi generi, rispetto a Pasqua 2010, hanno già subito rincari fino al 13%. Per risparmiare, meglio comprare con largo anticipo, magari sfruttando le offerte dei supermercati che consentono di risparmiare fino al 20%.

da VOSTRISOLDI.IT

Leave a Reply