Categorie
U.S.A.

Snohomis Seattle frana una montagna scomparso un villaggio di pescatori ci sono 176 dispersi

Snohomis Seattle frana 11Frana a Seattle, si teme un’ecatombe
Obama dichiara lo stato di emergenza
Travolto un ex villaggio di pescatori nella contea di Snohomis (Washington).
Segnalate 176 persone disperse, ma le possibilità di trovarle vive si riducono

– Si affievoliscono con il passare delle ore e con il maltempo che si accanisce nell’area le speranze di ritrovare ancora in vita i dispersi nella spaventosa frana avvenuta sabato nello stato di Washington, vicino Seattle: i morti sono 14 e i dispersi 176.

Le forti piogge rallentano le ricerche e il presidente americano Barack Obama dichiara lo stato d’emergenza e, con un tweet dall’Europa, chiede a «tutti gli americani di inviare le proprie preghiere allo stato di Washington e alla comunità di Oso». La preoccupazione del presidente per la frana di un miglio quadrato di terreno è talmente forte che Obama ne ha parlato dall’Europa, dove si trova in viaggio, a margine dei lavori del summit sul Nucleare.

Obama ha avuto anche un colloquio telefonico con il governatore Jay Inslee: «Si è mostrato molto attento al nostro problema» riferisce Inslee, precisando che una squadra della Federal Emergency Management Agency dovrebbe arrivare in giornata sul luogo del disastro. Le condizioni meteorologiche, con le forti piogge attese fino alla fine della settimana «renderanno ancora più difficile cercare di raggiungere le vittime» afferma il capo dei pompieri, Travis Hots, assicurando comunque che ricerche andranno avanti: «i nostri ragazzi saranno fuori a scavare come hanno fatto negli ultimi giorni». Le operazioni di ricerca a recupero dell’area – aggiunge – potrebbero durare settimane.

Nonostante le precipitazioni la visibilità è «buona» per i soccorritori che sorvolano la zona : anche se le chance di trovare qualcuno vivo sono deboli, «crediamo nei miracoli. La situazione è molto seria. Manteniamo la speranza di trovare qualcuno che potrebbe essere ancora vivo ma la realtà è che non abbiamo trovato nessuno vivo da sabato». Le autorità mettono comunque in evidenza che il bilancio dei dispersi potrebbe essere rivisto al ribasso nelle prossime ore perché molte denunce potrebbero essere doppioni mentre altre sono vaghe.

da lastampa.it
 

Rispondi