Smau 2011 a Milano

Smau 2011: anteprima sulle novità

Dai village dei grandi player ICT, alla formazione a cura delle più prestigiose business school italiane, dall’area dedicata all’internazionalizzazione delle imprese a Expo Comm, l’evento dedicato alle Unified Communications, fino all’area Smart City, ecco in anteprima tutto ciò che accadrà a Smau, dal 19 al 21 ottobre a Fieramilanocity
Smau 2011 si prepara ad aprire le porte dei padiglioni 3 e 4 di Fieramilanocity dal 19 al 21 ottobre ad un pubblico di 50.000 imprenditori e manager italiani con un’edizione ricca di iniziative ed eventi volte ad accendere i riflettori su quegli attori che oggi svolgono un ruolo centrale nel favorire la crescita delle imprese italiane grazie alle tecnologie digitali.
A presentare la 48ma edizione di Smau, questa mattina, a Palazzo Mezzanotte è intervenuto Pierantonio Macola, Amministratore Delegato di Smau che ha fornito un’anteprima di tutto ciò che accadrà durante l’evento: “Smau 2011 sarà un appuntamento unico in cui in tre giorni il visitatore troverà riunito il mondo delle tecnologie digitali al completo. L’evento quest’anno vede la presenza di alcune tra le maggiori multinazionali del settore come Canon, Cisco, Dell, Epson, Fujitsu, IBM, Intel, IntesaSanpaolo, Fastweb, Microsoft, Olivetti, Oracle, SAP, Telecom Italia, Tiscali, Wind, Zucchetti, molti dei quali partecipano all’interno dei cosiddetti “village” affiancati dai propri partner italiani: società di servizi informatici, distributori e rivenditori di tecnologia che rappresentano dei soggetti strategici in grado di supportare i manager e gli imprenditori del mercato con veri e propri abiti su misura; le maggiori business school e società di consulenza, tra cui School of Management del Politecnico di Milano, SDA Bocconi School of Management e Gartner; gli assessorati alle attività produttive e all’innovazione delle principali Regioni Italiane; il mondo delle imprese italiane coinvolto grazie a partnership con oltre 160 filiali territoriali di Confindustria e Confcommercio e con le principali associazioni di categoria.
Tra gli stand l’attenzione è rivolta alle tecnologie che cambieranno il modo di lavorare nelle aziende, come cloud computing, tablet, smartphone e app, che, grazie alla loro semplicità d’uso, hanno la possibilità di guidare le imprese verso una maggiore consapevolezza dei potenziali benefici di business possibili grazie alle ICT, rappresentando la miglior premessa ad un riallineamento della spesa IT in Italia sui livelli degli standard europei.
Il ricco calendario di questa tre giorni milanese prevede, accanto alle ultime novità espositive presentate da parte di più di 600 marchi dell’ICT, oltre 300 appuntamenti tra workshop da 50 minuti, laboratori e interventi nelle Arene dislocate nel cuore dei due padiglioni di Smau. In programma anche 9 premi che, a partire dal Premio Nazionale Innovazione ICT, passando per i Premi dedicati alle diverse funzioni aziendali, fino al Premio dedicato alle start up e ai Mob App Awards, accenderanno i riflettori sull’eccellenza e l’innovazione Made in Italy. I protagonisti dell’Italia che innova quest’anno hanno un palcoscenico d’eccellenza, il Convegno Inaugurale che vede riuniti quegli attori che, in seguito al nostro tour per l’Italia, sono emersi essere strategici nel fornire supporto allo sviluppo e all’innovazione delle imprese: gli Amministratori Delegati dei principali player ICT e gli Assessori alle Attività Produttive e all’Innovazione di numerose Regioni Italiane, tra cui Regione Campania, Regione Emilia Romagna, Regione Lazio, Regione Liguria, Regione Lombardia, Regione Puglia, Regione Toscana, Regione Veneto e la Provincia autonoma di Trento. Tra le iniziative più significative in fiera, da non perdere Expo Comm, l’evento dedicato alle Unified Communications in collaborazione con E.J. Krause per portare a Smau best practice internazionali di adozione di sistemi di comunicazione avanzata. Grazie ad un accordo pluriennale con Anci, Smau sarà, inoltre, l’occasione per valorizzare le progettualità evolute in materia di Smart City, tema di grande rilevanza nel prossimo quinquennio, attraverso momenti volti a sviluppare sinergie tra amministrazioni pubbliche e imprese, senza trascurare la formazione di alto livello di tutti gli attori coinvolti. Immancabile l’appuntamento con l’innovazione a 360 gradi dell’Area dei Percorsi dell’Innovazione, che presenterà 100 nuove start up in rappresentanza di un cambiamento culturale già in atto e di una parte del nostro Paese che cresce ed evolve.
Ricca di novità e di contenuti anche l’area Smau Trade, dedicata al mondo del Canale ICT, che potrà contare su un programma di oltre centinaia di workshop formativi e informativi a cura dei più autorevoli docenti e analisti, presentazioni dei nuovi prodotti e servizi e delle politiche di fidelizzazione dei maggiori fornitori di tecnologie, eventi e iniziative speciali rivolte ai professionisti del comparto e la terza edizione dell’Osservatorio Smau Trade, realizzato in collaborazione con la School of Management del Politecnico di Milano. Interamente rivolta agli operatori del comparto anche Smau International, realizzata in partnership con Promos, Assintel e Cebit, offrirà occasioni di matching per l’avvio di accordi e partnership e indicazioni sugli eventi all’estero che offrono supporto per le aziende che vogliono estendere il proprio business oltre confine. Ogni manager visitatore potrà crearsi con anticipo sul sito www.smau.it un’agenda personale di workshop, appuntamenti con i fornitori e consulenze one to one con i più autorevoli docenti, analisti e consulenti in base alle proprie esigenze di business.
A seguire, a testimonianza dell’impegno delle amministrazioni regionali nel fornire supporto alle imprese del territorio è intervenuto Andrea Gibelli, Vicepresidente e Assessore all’Industria, Artigianato, Edilizia e Cooperazione della Regione Lombardia, che ha presentato le iniziative messe in atto per entrare in contatto con le aziende della Regione e ascoltarne le esigenze: l’”Assessorato Itinerante” e “Un caffè in Regione”, quest’ultima prenderà vita proprio nei tre giorni di Smau.
“L’innovazione, l’alta tecnologia e la ricerca rappresentano gli strumenti per lo sviluppo delle nostre imprese, della nostra economia – ha affermato Andrea Gibelli – Il mio Assessorato, quindi, considera i bandi sull’innovazione fondamentali per garantire il giusto slancio alla competitività delle imprese lombarde. È di queste settimane infatti l’apertura del bando in settori strategici per le politiche in materia di ricerca e innovazione, con un investimento di circa 120 milioni di euro. In questa logica di valorizzazione delle imprese lombarde, l’evento fieristico SMAU riveste un ruolo assai importante, in quanto rappresenta il punto di riferimento nazionale ed internazionale per l’alta tecnologia e l’informatica. L’appuntamento di quest’anno sarà caratterizzato dall’innovativo progetto “un caffè in Regione” che prevede il coinvolgimento delle SDA Bocconi School of Management, School of Management del Politecnico di Milano e di Gartner, che offriranno per tutta la durata della fiera, e a titolo gratuito, alle imprese visitatrici di SMAU un check up della propria impresa con riferimento a specifiche aree strategiche per lo sviluppo dell’impresa stessa. Regione Lombardia dimostra concretamente di sostenere ogni impresa.”
A seguire, in merito al Progetto Smart City, ha preso parola Ernesto Coppa, Responsabile Enel Distribuzione Macro Area Nord Ovest
“Enel è in prima linea per il progetto “smart city”, le città sostenibili del futuro, grazie alla propria esperienza quale distributore dell’energia elettrica e ai numerosi progetti di efficientamento della rete elettrica. Enel Distribuzione è leader in Europa nel settore grazie all’innovazione sulla sua rete elettrica avviata già dieci anni fa con l’introduzione del contatore elettronico e con le implementazioni del telecontrollo e dell’automazione della nostra rete, fino ad arrivare ai progetti di oggi come le smart grids la mobilità elettrica e il coinvolgimento del cliente ”
A seguire Raffallo Balocco, Responsabile Scientifico dell’Osservatorio ICT&PMI della School of Management del Politecnico di Milano ha dichiarato:
“Sono ormai diversi anni che misuriamo la dimensione dei mercati digitali rivolti al consumatore finale. – Ha dichiarato Raffaello Balocco, Responsabile Scientifico dell’Osservatorio SMAU School of Management del Politecnico di Milano -. Gli Italiani sono sempre più digitali e connessi e lo sono in qualsiasi ora del giorno: mai come oggi la diffusione dei tablet e degli smartphone sta portando il consumatore verso nuove logiche di fruizione dei contenuti, delle informazioni e dei servizi. Non si tratta più di appuntamenti digitali a orari definiti del giorno, ma la fruizione è sempre più in formula “snack” durante l’intera giornata e persino durante la notte. Anche quest’anno, nonostante la crisi, la crescita complessiva dei mercati digitali si attesta intorno all’11% rispetto al 2010, ma l’attenzione verso il mondo che potremmo definire della “Nuova Internet” è in costante crescita in Italia, agevolata dalla sempre maggiore diffusione dei nuovi device – quali tablet, connected TV e smartphone – dal crescente utilizzo dei social network, e, soprattutto, dell’abitudine a scaricare Apps. Non a caso abbiamo lanciato un contest per sviluppatori di App Business e Consumer – il Mob App Award – che premierà i vincitori proprio in occasione di SMAU.”
Infine si è passati all’annuncio dei finalisti del Premio Nazionale Innovazione ICT, la cui premiazione avverrà nell’ambito del Convegno di apertura di Smau 2011, mercoledì 19 ottobre alle ore 10.30.

 

Leave a Reply