Si al Volo diretto Milano Malpensa New York della compagnia Emirates

di | Maggio 7, 2014

airbus a380 emirates«Emirates, sì al volo diretto
Milano Malpensa – New York»
Il Consiglio di Stato dà ragione alla compagnia di Dubai. L’autorizzazione valida fino a marzio 2015. Attesa l’udienza sul merito

Emirates conserva il diritto di volare direttamente da Milano Malpensa a New York. Il Consiglio di Stato ha confermato, in modo collegiale, la sospensione cautelare e urgente concessa ad Emirates il 14 aprile per non danneggiare i passeggeri alla vigilia delle vacanze pasquali. Una questione che ha visto scendere in campo anche il Comune di Milano e la Regione Lombardia, che si sono costituiti in giudizio a favore di Emirates.
Come si ricorderà, il Tar del Lazio, giovedì 10 aprile, aveva accolto il ricorso contro la quinta libertà concessa alla compagnia di Dubai sullo scalo milanese, presentato da Assaereo, l’associazione dei vettori nazionali aderente a Confindustria, e da alcune compagnie aeree, tra cui Alitalia. Ma Emirates aveva immediatamente fatto appello al Consiglio di Stato, che era intervenuto per proteggere i passeggeri. Per la parola definitiva sulla vicenda ora bisognerà attendere l’udienza sul merito. In genere, passa circa un anno per fissarla, ma in questo caso Alitalia, Delta e i suoi alleati potrebbero chiedere di accelerare i tempi. L’autorizzazione di 18 mesi, concessa dall’Enac a Emirates scade in ogni caso naturalmente a fine marzo 2015.
E’ probabile, però, che nell’anno dell’Expo a Milano ci sia un allentamento dei vincoli alle compagnie straniere più che un giro di vite. In questa direzione andrebbe anche il decreto di liberalizzazione dello scalo di Linate, chiesto da Etihad per poter investire in Alitalia e promesso dal ministro dei Trasporti Maurizio Lupi. Nella sua decisione del 6 maggio, il Consiglio di Stato ha ritenuto nel testo dell’ordinanza che il danno che Emirates subirebbe, insieme al danno provocato al territorio della Regione Lombardia è superiore a quello paventato da Assaero e Alitalia.

di Giuliana Ferraino da corriere.it

Rispondi