Shanghai il grattacielo che si trasforma in un giardino verticale : Vetivertical City

Un grattacielo per purificare l’aria e risparmiare acqua. E’ Vetivertical City, la proposta di un giovane architetto italiano per eliminare l’inquinamento urbano utilizzando la pianta tropicale di Vetiver.

Vetivertical_City_shanghaiLa proposta di un giovane architetto italiano per combattere l’inquinamento delle metropoli, trasformando un grattacielo in un giardino verticale. Il progetto di VetiVertical City si inserisce in uno dei contesti urbani maggiormente compromessi dall’inquinamento: la città di Shanghai in Cina, detentrice del primato di emissioni cinesi dal 2004 al 2007.

A causa del pesante inquinamento del fiume Huangpu, il principale corso d’acqua della città, gli abitanti di Shanghai sono addirittura costretti ad utilizzare, per le utenze domestiche, solo acqua in bottiglia, generando non pochi problemi di carattere pratico.

Grazie a VetiVertical City, progettato dall’architetto Eugenio Aglietti, il problema dell’inquinamento potrebbe trasformarsi solo in un brutto ricordo. Progettato per far parte delle creative e futuristiche visioni del concorso Skyscraper di eVolo, questa città giardino verticale sfrutta le proprietà naturali della pianta tropicale “Chrysopogon zizanioides”, meglio conosciuta come Vetiver, per ottenere un duplice risultato: recuperare e purificare l’acqua piovana e le acque reflue, e ridurre il biossido di carbonio grazie all’assorbimento della CO2 contenuta nell’atmosfera.

continua

da rinnovabili.it

Leave a Reply