Centenario Strada delle Dolomiti

DOLOMITI, UN SECOLO SU QUATTRO RUOTE

Carovana di prestigiose automobili sfilerà da Bolzano a Cortina d’Ampezzo
Così si festeggeranno i 100 anni di strada delle Dolomiti

Dall’11 al 13 settembre 2009, in occasione del Centenario dell’inaugurazione della Strada delle Dolomiti, una carovana di auto rappresentative delle diverse epoche con al seguito un antico postale del 1938, partirà da Bolzano per arrivare a Cortina d’Ampezzo: un percorso, reale e simbolico, a ritroso tra le tappe dello sviluppo del turismo moderno e del boom automobilistico.
Un viaggio che diventa incontro, un raduno a ritroso nella storia, alla scoperta delle montagne appena entrate nella lista dei paesaggi più suggestivi al mondo, nelle Dolomiti elette dall’UNESCO Patrimonio Naturale dell’Umanità.

Venerdì 11 settembre

Alle ore 17.00 verrà effettuato il primo taglio del nastro e la celebrazione dei Cento Anni della Strada delle Dolomiti prenderà ufficialmente il via, alla presenza di tutte le autorità dei Comuni coinvolti. Seguirà il cerimoniale dell’annullo filatelico concesso da Poste Italiane e organizzato dal GFM – Gruppo Filatelici di Montagna del Club Alpino Italiano.
La carovana da Piazza Vittoria, scortata dalla polizia, comincerà quindi il suo percorso. In piazza Domenicani, la prima che si incontra nel tragitto, la banda locale accompagnerà il corteo fino in Piazza Walther nel cuore della festa della città “Alla corte di Re Laurino”.
Alle 19.00/19.30 è previsto l’arrivo alla prima tappa: Vigo di Fassa – importante centro di escursioni estive nel massiccio del Catinaccio e centro sciistico del comprensorio della Val di Fassa/Dolomiti Superski – che accoglierà gli equipaggi con una grande festa in musica della Banda centenarioin costume ladino.
Cena di gala all’Alpen Hotel Corona, un’antica stazione di posta che celebra quest’anno i 200 anni di attività.

Sabato 12 settembre
Alle ore 9.00, subito dopo la colazione, l’appuntamento è previsto alla funivia Catinaccio per salire fino al Campedie, (dal ladino “Campo di Dio”, una terrazza panoramica a 2000 metri con vista delle Torri del Vajolet, del Sella e della Marmolada).
Alle ore 10.00 il rientro in paese e alle 10.30 la partenza della carovana da Vigo di Fassa in direzione Canazei, la più nota e importante località turistica della Val di Fassa.
Alle 11.00, è prevista la sfilata in Piazza del Municipio con Banda Musicale Auta Fascia, e, a seguire, si festeggeranno i cent’anni dell’Hotel Dolomiti con un aperitivo.
Alle 12.15 partenza per il Passo Pordoi, dove la Strada delle Dolomiti raggiunge la sua quota più elevata: 2.239 metri. Pranzo all’Hotel Savoia per brindare al primo secolo di attività di questo albergo. Alle 15.30 visita al monumento storico dedicato alla Strada, attorno al quale si terrà il Concorso di “Bellezza Dinamica” delle auto.
E’ previsto per le 17.30 l’arrivo ad Arabba, frazione del Comune di Livinallongo del Col di Lana, uno dei principali centri turistici invernali delle Dolomiti. L’accoglienza in grande stile con signore in costume tipico e Banda da Fodom, in un clima di rievocazione storica e festosa con tanto di sfilata della Schützenkompanie Buchenstein cui seguirà una dimostrazione dei pompieri di Livinallongo del Col di Lana a bordo di una pompa da carro a mano dei primi del 1900 perfettamente funzionante.
Cena di gala all’hotel Grifone.

Domenica 13 settembre

Alle 9.30, le auto d’epoca apriranno il gruppo di 1000 ciclisti della Gran Fondo Dolomiti Stars-FRW-Weber. una scorta d’onore per questa classica del ciclismo sulle Dolomiti riservata ad amatori e cicloturisti.
Alle 11.00, pit stop a Passo Falzarego (2.109 metri). Nel grande piazzale, gimcana con sfilata degli equipaggi in abiti storici e a seguire pranzo al Rifugio Lagazuoi, il rifugio a quota più elevata dell’area Lagazuoi 5 Torri che ospita il più esteso Museo della Grande Guerra composto dai musei all’aperto del Lagazuoi, delle 5 Torri, del Sasso di Stria e dal museo del Forte Tre Sassi. I quattro musei si estendono in un raggio di 5 km e illustrano i diversi aspetti della Grande Guerra in montagna.
Nel primo pomeriggio direzione Corso Italia, nel cuore di Cortina d’Ampezzo per il gran finale: sfilata delle vetture accolte dalla Banda, taglio del nastro come avvenne esattamente cent’anni fa, premiazioni degli equipaggi che durante il percorso saranno state maggiormente votate dal pubblico e brindisi conclusivo offerto da Bellini.
Ogni tappa e ogni pit stop saranno arricchiti da momenti celebrativi, cerimonie di benvenuto, set fotografici e tante sorprese che coinvolgeranno i partecipanti, ma anche per gli appassionati e i turisti che vorranno essere presenti ai diversi momenti di questa grande celebrazione.

da UNONOTIZIE.COM

One thought on “Centenario Strada delle Dolomiti

  1. Pingback: rifugio lagazuoi

Leave a Reply