Sciare sul Tarvisio Monte Lussari

Tarvisio, scoperta ed apprezzata dal duca Amedeo D’Aosta (dal quale deriva il nome dei campi scuola), già negli anni ’30 attirava un consistente afflusso di turismo che la portò ad essere considerata una stazione sciistica di prim’ordine.
Il suo riconosciuto prestigio, mantenuto eccellentemente nel corso degli anni, le ha consentito, in seguito, di divenire sede di importanti competizioni agonistiche tra le quali spicca la Coppa del Mondo di sci femminile che, disputata con cadenza biennale (l’ultima risale allo scorso anno), fa tappa fissa qui.
La pista più bella ed inebriante è la “Di Prampero” che, con i suoi quattro chilometri di lunghezza, consente di scendere dal Monte Lussari (a ridosso della cima vi è un vero e proprio borgo, con alberghi e rifugi) sino a valle, percorrendo un dislivello di quasi mille metri.
La dimensione notturna dello sci trova qui un’applicazione di valore: la pista, perfetta nel suo disegno sinuoso, con repentini cambi di pendenza, falsopiani d’accelerazione e schuss finale aggressivo, regala emozioni da brivido, amplificate dalla perfetta illuminazione che consente di sciarvi di sera, dopo il tramonto, sin quasi alla mezzanotte.

La Priesnig, pista nera, la Florianca e l’Alpe Limerza sono le altre piste imperdibili della località: in totale sono a disposizione ben 32 chilometri di piste battute che fanno di Tarvisio il più grande centro sciistico del Friuli Venezia Giulia.
Qui, è stata recentemente completata l’opera di ottimizzazione della pista B che ne migliorerà la fruizione da parte dell’utenza.
Ma Tarvisio non è solo discesa perché anche i fondisti vi trovano ampie possibilità: fatica e divertimento sono assicurati in Val Saisera e presso l’Arena “Gabriella Paruzzi”. Con Valbruna, Camporosso e i suggestivi laghi di Fusine il demanio per le discipline nordiche sfiora i cinquanta chilometri totali.
Inoltre, l’area Snow Park dei campi Duca D’Aosta (denominata Gold Park) e l’ Arena per allenamenti consentono ai patiti dello snowboard di esibirsi, correndo e saltando a perdifiato. 
Ad accompagnare una divertente giornata sugli sci, poi, i numerosi ed accoglienti rifugi che offrono il meglio della gastronomia italiana, slovena ed austriaca.
Inoltre, a poca distanza dall’abitato di Tarvisio, si trova l’area mineraria di Cave del Predil, sovrastata dal fiabesco lago di Raibl, dove si notano resti di antiche fortificazioni. Ad est di Tarvisio è sita la località di Fusine con gli omonimi laghi, quello Inferiore e quello Superiore. Sulla vetta del Monte Lussari, invece, sorge il Santuario Mariano del Monte Lussari, già dal sedicesimo secolo meta di pellegrinaggi dei tre popoli confinanti (slavo, tedesco e italiano). 
E non solo….scuola di sleddog, palestra di roccia indoor, telemark, stadio del ghiaccio (Pontebba) e trekking con racchette da neve sono alcune fra le numerose attività che attendono gli appassionati in questo splendido angolo del Friuli Venezia Giulia.

da promotour.org


Leave a Reply