Scavi della Gioconda trovato teschio e ossa umane

Monna Lisa, spuntano
un teschio e ossa umane
Proseguono gli scavi archeologici alla ricerca di Lisa Gherardini Del Giocondo, presunta modella di Leonardo da Vinci, al convento di Sant’Orsola. Il responsabile del progetto: “Il ritrovamento dei resti umani avvalora le nostre ipotesi”

Firenze, 18 maggio 2011- Un teschio e alcune ossa umane, forse vertebre, sono venuti alla luce oggi a Firenze grazie agli scavi archeologici nell’ex convento di Sant’Orsola dove si cerca la tomba di Monna Lisa. Lo rendono noto i ricercatori del Comitato nazionale per la valorizzazione dei Beni culturali, storici e ambientali il cui obiettivo è scoprire i resti di Lisa Gherardini Del Giocondo, presunta modella di Leonardo da Vinci, per ottenere il Dna.

I resti trovati oggi erano in un ‘cassone sepolcrale’. Secondo quanto riferito dagli archeologi ”non è ancora chiaro se le ossa rinvenute siano ‘in connessione anatomica’, ovvero se si tratti di un unico scheletro oppure appartengano a più sepolture”. Due le ipotesi avanzate dagli esperti: il cassone potrebbe essere un ossario in cui sono stati traslati resti della prima cripta portata allo scoperto, oppure potrebbe trattarsi di una tomba collettiva che ospitava più sepolture.

Il ritrovamento è avvenuto oggi pomeriggio, quando i membri del Comitato per la valorizzazione dei Beni storici, culturali e ambientali, insieme ai tecnici della Provincia di Firenze e agli archeologi della sovrintendenza di Firenze, hanno aperto la cosiddetta seconda cripta, collocata nella parte centrale dell’antica chiesa. Proprio in quel punto il geo-radar aveva individuato altri vani adibiti alla
sepoltura.

”Il ritrovamento di questo primo resto mortale – dice Silvano Vinceti, presidente del Comitato per la valorizzazione dei Beni Storici, Culturali e Ambientali e responsabile del progetto – è in continuità con quanto emerso con l’aperture delle altre quattro tombe. Anche qui abbiamo ritrovato nel terreno legni carbonizzati dall’incendio che scoppiò nel convento”.

”Anche se ancora non sappiamo a chi appartengano le ossa che abbiamo ritrovato questo pomeriggio – dice Silvano Vinceti – il ritrovamento dei resti umani avvalora le nostre ipotesi, perché a questo punto è certo che a Sant’Orsola vi sono ancora ossa umane e quindi non puo’ essere escluso che fra questi vi siano anche quelli di Lisa Gherardini”.

da lanazione.it

Leave a Reply