Categorie
Sardegna

Sardegna spiaggia di Santo Stefano nell’arcipelago di La Maddalena venduta per 90 mila euro a un privato

SARDEGNA, LA SPIAGGIA DI SANTO STEFANO
VENDUTA A UN IMPRENDITORE PER 90.000 €

CAGLIARI – Uno «sfizio» da 90 mila euro, un angolo di paradiso nel mare cristallino dell’arcipelago di La Maddalena, ma dove è vietato piantare anche un chiodo. È la cifra investita da un imprenditore romano per aggiudicarsi all’asta una parte dell’isola di Santo Stefano, in Sardegna. Tre ettari ricoperti di macchia mediterranea, rocce di granito ed un accesso privato ad una piccola spiaggia.
Nell’asta giudiziaria del Tribunale di Tempio Pausania, l’imprenditore non ha avuto alcun problema a battere la concorrenza, visto che l’unica offerta era la sua. Un acquisto da amatori perchè sulla quella parte dell’isola – che per più di 30 anni ha ospitato la base navale della Marina Usa – non potrà costruire nulla, essendo l’intera area sottoposta a diversi vincoli di tutela ambientale, paesaggistica e militare.
Potrà però arrivare sulla sua nuova proprietà attraccando con la braca sul pontile realizzato nella anni Venti dai vecchi proprietari, i Serra, poi utilizzato per portare via dall’isola il granito che qui veniva estratto. Il terreno acquistato dall’imprenditore romano confina con l’esclusivo club Valtur, accessibile soltanto agli ospiti del villaggio vacanze. Dopo Spargi, dunque, un altro pezzo pregiato dell’arcipelago maddalenino va a un privato, mentre nessuno vuole Serpentara, altro famoso isolotto della Sardegna, questo però a sud.
La proprietà è di una società immobiliare romana dichiarata fallita e da tempo il Tribunale civile di Cagliari l’ha posta in vendita con un prezzo base di 600 mila euro. Per tre volte consecutive, però, nessuno si è presentato all’asta per acquistare l’isola granitica di 134 ettari, inedificabile, che sta davanti alle spiagge di Villasimius e che deve il suo nome alle coste rocciose e alla sua forma, lunga e sinuosa.
Disabitata, vi sono i ruderi della Torre spagnola di San Luigi e un fortino risalente alla Seconda guerra mondiale, una rigogliosa macchia mediterranea e una ricca avifauna. Ma anche in questo caso non si può costruire e il suo prezzo, finora, ha spaventato anche il più facoltoso amante del mare sardo.

da leggo.it

Rispondi