Santa Lucia 2010 a Verona

Santa Lucia sbarca in Bra e rivoluziona il centro
I BANCHETTI. Sono 340 le bancarelle attese tra Liston e via Roma con prodotti provenienti da tutte le regioni
Da stamattina fino al 13 dicembre il mercatino per i più piccoli. Variazioni alla viabilità e alle zone di sosta. Insorgono le guide turistiche: «Nessuno spazio per i pullman»

In piazza Bra ieri pomeriggio sono sbarcate le bancarelle. Come ogni anno i banchetti di Santa Lucia saranno l’attrazione principale per i bimbi veronesi in attesa del 13 dicembre.
Da oggi è tutto pronto: piazza Bra si presenta ai veronesi e ai turisti arredata da 340 bancarelle che, in nottata, hanno preso posto nel salotto di Verona per la festa più amata dai bambini veronesi. Per tutta la giornata di ieri il Liston è stato transennato e occupato dagli operatori che hanno eseguito gli allacciamenti necessari ai banchi e predisposto tutta l’organizzazione.
LA FIERA. Parte dunque oggi la tre giorni della tradizionale fiera di Santa Lucia, che resterà fino a lunedì 13, con i consueti banchi di dolci e artigianato provenienti da tutte le regioni italiane: dai marzapani colorati della Sicilia alle ceramiche della Calabria. I banchi saranno aperti dalle 9,30 alle 23, lunedì dalle 9,30 alle 20.
PROVVEDIMENTI VIABILISTICI. Per consentire il posizionamento dei banchi di Santa Lucia, ed evitare il blocco della circolazione, fino a lunedì, la polizia municipale potrà decidere blocchi del traffico in corso Porta Nuova, via Bertoni e via del Minatore. Inoltre fino alle 24 di lunedì vengono adottati i seguenti provvedimenti viabilistici: divieto di transito e sosta in Piazza Bra e in via degli Alpini; spostamento del posteggio dei taxi da piazza Bra-via Roma in corso Porta Nuova 11; divieto di transito in corso Porta Nuova, nel tratto tra via Paglieri e piazza Bra; divieto di sosta in corso Porta Nuova, nel tratto tra vicolo Ghiaia e piazza Bra, compresa area centrale sotto l’orologio; in via Pallone, lato sottostante le Mura Viscontee, nel tratto tra via Adigetto e via del Pontiere; in piazzale Maestri del Commercio (via Pallone), nel tratto tra via del Pontiere e lungadige Capuleti. La polizia municipale consiglia inoltre di raggiungere il centro preferibilmente utilizzando il trasporto pubblico e di utilizzare i parcheggi periferici (Passalacqua e Arsenale), oppure i parcheggi Cittadella, Arena e Tribunale, informandosi preventivamente sulla disponibilità di posti auto attraverso i pannelli a messaggio variabile, il portale web comunale e il sito per cellulari http://www.veronamobile.it.
LA POLEMICA DELLE GUIDE. «Anche quest’anno l’assessore al traffico Corsi e il “mobility manager” ingegner Zanoni per il mercato di Santa Lucia fanno miracoli», affermano invece le guide turistiche dell’associazione Ippogrifo. «Chiudendo la Bra si sono perfino ricordati del trenino turistico, spostato dalla Bra alla “sosta degli autobus turistici di Corso Porta Nuova lato giardini Pradaval”».
«Vorremmo però», polemizzano, «ricordare allo smemorato Corsi che il suo smemorato mobility manager Zanoni aveva cancellato quell’area sosta bus nel 2004, ai tempi del sindaco Zanotto. Il trenino fermerà in un’area che non c’è. Invece hanno dimenticato di trovare un posto di discesa e risalita bus per le comitive in visita. Hanno chiuso il parcheggio di via Pallone, riservandolo fino alla mezzanotte del 13 dicembre ai furgoni degli ambulanti che espongono in Bra. Ma i turisti come arrivano in centro e come se ne ripartono? Esiste uno stallo di salita/discesa per un solo bus a San Fermo (peraltro sempre abusivamente occupato da auto in sosta)? Quando abbiamo chiamato in Comune per spiegare la cosa, sono caduti tutti dalle nuvole. Risultato: per tre giorni i turisti in arrivo non sapranno dove sbarcare».
Alessandra Galetto da larena.it