Categorie
Spagna

San Sebastian la Semana Grande 2012 dal 10 agosto

LA MAGIA ‘GRANDE’ DI SAN SEBASTIAN.
LA SEMANA D’AGOSTO: 7 GIORNI DI FIESTA

ROMA – «Tourist remember, you’re not in Spain; you’re in the Basque country». Detto così, non sembra un messaggio amichevole, ma il manifesto che tappezza le calles della parte vieja di San Sebastian fa capire lo spirito di quest’angolo settentrionale di Spagna. Che Spagna non è. Donostia, come la chiamano i locali, è emblema e simbolo della cultura basca. Un popolo riservato, fiero dei suoi usi e della sua indipendenza. Una città dove non si mangiano le tapas, come a Siviglia o a Valencia, ma i pintxos, dove non esiste l’architettura moresca, ma quella fin de siècle.
Eppure San Sebastian, meta turistica atlantica da sempre, prediletta da re e principi (ultimi a soggiornare, Felipe di Borbone e Letizia Ortiz), riesce a mettersi alle spalle per una settimana quell’aria un po’ snob che la rende simile alla vicina Biarritz. Se volete emozioni forti, se amate perdervi in un fiume di giovani vocianti fino alle 5 del mattino, se vi piacciono il sidro, gli spettacoli di fuochi artificiali, le sfilate dei giganti di cartapesta, i concerti in strada, allora la Semana Grande è quello che fa per voi.
Si comincia il 10 agosto con il canonazo, il colpo di cannone che sancisce alle sei della tarde, il via alla fiesta. Si continua senza soste per 7 giorni concedendosi di giorno il piacere della tintarella alla playa de la Concha.
Occhio a prenotare per tempo perché la città è presa d’assalto. L’Hotel Niza, affacciato sul paseo de la Concha, costa intorno ai 130 a notte. Ottimo anche Villa Soro che offre allo stesso prezzo un ottimo centro benessere. Insomma, non resta che armarsi e partire. In auto se vi piace guidare, o in aereo con Iberia o Vueling.

Guglielmo Nappi da leggo.it

Rispondi