Categorie
archeologia roma

Roma sotto la Linea 3 trovata una Necropoli vicino alla Piramide Cestia

Piramide, quella necropoli  sotto le rotaie del tram
Riemergono dopo 18 secoli di sepoltura scheletri, crani, pezzi di anfora sotto un deposito dell’Atac

ROMA – Lo scheletro se ne sta lì, perfettamente al suo posto, con le braccia conserte per niente scomposto dopo circa 18 secoli di sepoltura e almeno sessant’anni di traffico caotico. E poi altri resti umani, altri crani (tra cui quello di un bambino), pezzi di anfore, tracce di sepolture organizzate. Nulla di straordinario, appunto. Ma fa effetto pensare che tutto si trovi lì, a una profondità molto relativa, sotto il passaggio del Tram linea 3. La scoperta dovrebbe risalire all’inizio di marzo, le prime repertazioni portano la data del 5.

Anche la storia è tipicamente romana. «Da qualche giorno mi ero insospettita dell’andirivieni degli operai della ditta dal deposito di via Collatina dove lavoro – spiega Rita Pozzato, una delle addette alla vigilanza dei cantieri Atac -. Dopo un po’ mi sono accorta che parlottavano fra di loro, citando un cimitero o qualcosa di simile…». Lì è scattata la segnalazione all’azienda dei trasporti e, di qui, alla soprintendenza ai Beni culturali. È infatti arrivato un archeologo e, probabilmente domani – lunedì – dovrebbe arrivare un antropologo per datare con certezza i resti umani.
Il ritrovamento, secondo l’ufficio stampa dell’Atac, non dovrebbe rallentare il ripristino rapido «di una linea fondamentale per la città». Insomma, come raccontò splendidamente Flaiano, in questa città tutto è possibile. Anche che il tram 3, d’ora in poi, passi sopra una necropoli. Con buona pace (terrena) dei passeggeri.

Paolo Conti da corriere.it

Rispondi