Categorie
roma

Roma è morto Bruno Boschin il fondatore della Libreria del Viaggiatore

bruno boschinAddio a Bruno Boschin
fondò la “Libreria del Viaggiatore”
E’ morto la scorsa notte Bruno Boschin, che nel centro della capitale, in via del Pellegrino, aveva dato vita
alla celebre Libreria del Viaggiatore

E’ morto la scorsa notte Bruno Boschin, il libraio che aveva dato vita in via del Pellegrino, dietro a Campo de’ Fiori, alla Libreria del Viaggiatore, un’istituzione fra i culturi del viaggio non di massa, inteso invece come esplorazione del territorio, delle persone e della propria anima. “Turisti di passaggio, viaggiatori incalliti, appassionati o anche solo persone che amano viaggiare con la mente” erano i suoi clienti, come lui stesso raccontava.

“Abbiamo un pubblico molto eterogeneo, ma in generale curioso, che si concede un piccolo lusso”, diceva ancora Boschin, che aveva lasciato il suo lavoro stabile per gettarsi nell’avventura, anzi nel sogno della libreria coltivato con altri due amici. Era il settembre del 1991 quando vide la luce la libreria del viaggiatore, nel centro storico di Roma, con un catalogo di circa 10mila titoli a cui poi Boschin dedicherà il resto della sua vita. Si definiva “un pessimo viaggiatore”, ma a suo avviso quello che non doveva mai mancare nelle tasche di un viaggiatore era
il Calendario Atlante De Agostini, che definiva “un piccolo capolavoro dell’editoria”.

Nella sua bottega non c’erano soltanto guide convenzionali, ma testi di letteratura e poesie, saggi, memorie, tutte testimonianze per una conoscenza a più voci del paese da visitare. Completavano gli scaffali assiepati del piccolo spazio mappe d’epoca e mappamondi. Anche a lui si deve l’idea e l’organizzazione del festival della letteratura di viaggio a Villa Celimontana.

di CECILIA GENTILE da repubblica.it

Rispondi