Categorie
cucina gastronomia roma turismo ultime notizie vacanze viaggi vino

La vera cucina di Roma secondo il New York Times

New York Times, Roma capitale mondiale enogastronomia

roma_capitale_enogastronomia_new_york_times“In tempi di crisi il turismo enogastronomico, che secondo gli ultimi dati di Confesercenti è in continua espansione, rappresenta un prezioso strumento per il rilancio del territorio e dell’economia e Roma è senza dubbio il fiore all’occhiello di questa eccellenza tutta italiana.

Parola del più famoso quotidiano internazionale, il New York Times, che in un articolo di Andrew Sessa, sul blog dell’inserto T Magazine, incorona la Capitale come ‘una delle migliori citta’ del mondo per il cibò. L’occasione è la recente pubblicazione in lingua inglese della nuovissima guida online The Rome Digest, realizzata da cinque esperte mondiali di enogastronomia allo scopo di aiutare i turisti, ma anche gli stessi romani, a scoprire l’autentica cucina di Roma”.

“Trovare il posto giusto per mangiare bene può essere difficile – continua Sessa – ed è qui che questa guida tutta al femminile entra in scena selezionando con attenzione e cura i 100 migliori luoghi dove mangiare, bere, fare acquisti culinari e imparare. Turisti esperti e neofiti, per non parlare degli espatriati, ma anche degli stessi residenti scopriranno luoghi fuori mano, come la trattoria Cesare al Caseletto nel quartiere Monteverde tra le migliori per assaporare la vera cucina romana.

Ma The Rome Digest vi mostra anche sorprese in bella vista come Pinsere, in un quartiere di uffici vicino alla principale stazione e specializzato nella pinsa, la pizza fatta al modo degli antichi romani. E poi Armando al Pantheon, noto per le sue paste con maiale e frattaglie e segnalato per i suoi menù vegani”.

Al New York Times, spiegano dall’Osservatorio, “fa eco un altro autorevole quotidiano statunitense, il Los Angeles Times, che consiglia The Rome Digest come ‘guida imperdibile per tutti gli appassionati di buon cibo e buon bere in vacanza a Roma, confermando la love story con la stampa anglosassone che gia’ in passato, da Conde Naste Traveller al Financial Times, aveva celebrato la ricca offerta enogastronomica della Capitale, con degli speciali sugli straordinari ristoranti nonché sulle più tradizionali e storiche trattorie romane con i loro piatti tipici unici al mondo”.

da ansa.it

Rispondi