La ripresa del turismo svizzero

Il turismo svizzero si riprende
La stagione estiva potrebbe far segnare una crescita del 2-3%

Jungfraubahn il treno a cremagliera svizzero 01Il settore turistico svizzero “ha toccato il fondo” e le previsioni per il 2013 e il 2014 sono “moderatamente ottimistiche”: è quanto ha indicato oggi Dominique de Buman, presidente della Federazione svizzera del turismo, in occasione dell’assemblea generale svoltasi oggi a Morat.

La stagione invernale è stata “forte”, così come quella estiva: solo il periodo intermedio è risultato “debole”, a causa delle sfavorevoli condizioni meteorologiche, ha affermato. Il periodo estivo che sta per concludersi potrebbe far segnare una crescita del 2-3%. Sull’insieme dell’anno corrente è prevista una “leggera progressione”, mentre gli istituti congiunturali avevano pronosticato una fase di “stabilità”. Rimane il fatto che dal 2008 il settore ha registrato una flessione dei pernottamenti in hotel del 7%: le cifre valgono anche per le strutture para-alberghiere.

“La Svizzera ha un potenziale turistico immenso”, ha affermato dal canto suo il consigliere federale Johann Schneider-Amman. Il turismo ha attraversato un periodo difficile, ma il governo ha proposto misure “per migliorare le condizioni quadro”. Secondo il ministro dell’economia bisogna attirare i turisti facendo leva sulle località più note, ma poi bisogna incitarli a visitare anche le altre regioni del paese.

da cdt.ch

Leave a Reply