Restauro con sponsor alla Piramide Cestia di Roma

Altro intervento sponsorizzato per il restauro dei beni architettonici.
Siamo sempre a Roma e questa volta parliamo della Piramidi di Cestia a Porta San Paolo.
La cifra per il restauro è molto minore in quanto si parla di un milione di euro , e lo sponsor dovrebbe essere straniero.
E’ uno dei monumenti più grandi di Roma , il quadrilatero Egizio l’unica Piramide presente in città.
Lo sponsor straniero dovrebbe essere un industria giapponese .
Il nome dell’Azienda  è YAGI TSUSHO LTD mentre  il suo presidente è YUZU YAGI, da 40 anni la Yagi  importa in Giappone prodotti italiani tessuti e abbigliamento .

Alla Yagi era stata proposta anche la sponsorizzazione del Colosseo ma l’azienda Giapponese ha declinato.
La piramide fu costruita tra 12 ed il 18 avanti Cristo come tomba per Gaio Cestio Epulone  un membro dei septemviri epulones.
E’ piuttosto grande con una base quadrata di 30 metri di lato e 36,4 metri di altezza.
L’intervento urgente è sulla copertura in Marmo bianco di Carrara che riveste la piramide e che è deteriorato dall’attacco di microrganismi biologici.
All’interno della piramide troviamo dei raffinati dipinti che rischiano con le infiltrazioni d’acqua.
“La Piramide è stata già oggetto di un restauro nel 2001  –  racconta Maria Grazia Filetici responsabile del monumento  –  con cui siamo intervenuti all’interno e sulla facciata d’ingresso. Ora è urgente però risanare tutti i prospetti esterni con un grande piano strutturale che prevede la pulitura e la messa in sicurezza delle parti sconnesse. Problema che crea notevoli infiltrazioni d’acqua che rischiano di logorare gli affreschi. Inoltre, stiamo realizzando un nuovo ingresso facilitato per il pubblico con l’abbattimento delle barriere architettoniche. Sarà inaugurato in autunno”