Renzo Rosso la Diesel e il restauro del Ponte di Rialto a Venezia

Rosso come Mecenate: 5 milioni
per restaurare Ponte del Rialto
L’APPALTO. Il patron della Diesel, tramite la Otb, di cui è presidente è stato l’unico a partecipare alla gara del Comune di Venezia

VENEZIA. Il Ponte di Rialto come il Colosseo: Venezia segue l’esempio della Capitale per rifare il look ad uno dei suoi monumenti-simbolo, affidandosi ad una griffe della moda. Sarà infatti il vicentino Renzo Rosso, patron della Diesel, a legare il nome della propria azienda al restauro del ponte, grazie ad una sponsorizzazione che vale 5 milioni di euro. Quella di Rosso è stata l’unica offerta pervenuta sul tavolo del Comune nella gara, partita a fine settembre, per la ricerca di un mecenate in grado di riportare in vita il più famoso ponte sul Canal Grande, da tempo ammalato per il progressivo disgregarsi delle sue parti marmoree. «Delusi per la mancata partecipazione di altri sponsor? Neppure a parlarne – taglia corto l’assessore municipale ai lavori pubblici Alessandro Maggioni – Anzi siamo felicissimi perchè in un momento di così forte crisi economica sappiamo quanto sia difficile investire in progetti di questo genere».
Portata a casa la sponsorizzazione, il Comune lagunare guarda già avanti, all’ipotesi di trovare un finanziatore anche per altri monumenti bisognosi di cure, come il Ponte dell’Accademia. «È chiaro che l’intesa raggiunta con Rosso – sottolinea Maggioni – apre un futuro». L’operazione di restauro di Rialto durerà complessivamente 36 mesi: tra procedure, progetti, gare d’appalto e l’esecuzione dei lavori si concluderà a fine 2015. «Partiremo all’inizio del 2013 – conferma l’assessore – con le indagini preliminari».
Con la sponsorizzazione Rosso si è garantito una serie di benefit per la sua azienda, tra cui la possibilità di organizzare un evento in Piazza San Marco e due a Palazzo Ducale.

da ilgiornaledivicenza.it

Leave a Reply