Prima visita turistica a Chernobil

Speriamo non sia una strategia Delta per farci accettare il nucleare ma comunque forse ci sono posti più ameni, e forse meglio dire per non dimenticare

Chernobyl, la prima visita guidata
Il ministro Viktor Baloga lo aveva detto, lo scorso autunno. E ha mantenuto la sua personale promessa seppure con un mese di ritardo, febbraio (la fine) anziché gennaio. Ecco le immagini della prima visita guidata, ufficiale, sotto l’egida del governo ucraino, alla centrale di Chernobyl, il cui reattore 4 collassò nella primavera del 1986, provocando il più tragico disastro nucleare civile della storia. Alla vista sono ammessi solo maggiorenni, e sono escluse le donne in gravidanza. Il tour, come si vede dalle immagini di rovine e interni di abitazioni, comprende anche un’escursione alla vicina città abbandonata di Pripyat. Come si vede dalle immagini, i visitatori sono dotati di caschi, mascherine e rilevazione di radiazioni. Lo spegnimento definitivo dell’ultimo reattore, il 3, sarà completato nel 2015. Ma i pessimisti sostengono che il risanamento ambientale dell’area richieda ancora decenni.

Leave a Reply