Categorie
economia vacanze

Ponte del 1 Maggio 2014 5 milioni in viaggio

concerto-primo-maggio-2012-romaPrimo maggio tra sole e pioggia: 5 milioni in viaggio per il ponte
Positivo bilancio turistico dei ponti di primavera. Sale rispetto al 2013 il numero medio di notti fuori e la spesa media

ROMA – Saranno quasi 5,4 milioni (4,5 milioni maggiorenni e 900mila minorenni) gli italiani che si muoveranno per il ‘ponte’ del 1  maggio sotto un tempo soleggiato in diverse zone. Di questi quasi 800 mila proveranno dalle vacanze di Pasqua ed altri 1,1 milioni dal ‘ponte’ del 25 aprile, flussi che non rendono confrontabile il dato di quest’anno con quello dell’anno scorso.

I dati sul “ponte” del primo maggio arrivano da Federalberghi, secondo la quale la permanenza media di chi farà vacanza si attesterà sulle 2,7 notti (rispetto alle 2,5 notti del 2013) con una spesa media pari a 289 euro (237 euro per chi rimarrà in Italia e 415 euro per chi andrà all’estero), che genererà un giro d’affari di circa 1,6 miliardi di euro.

“Il ponte del 1 maggio sarà parzialmente rovinato da piogge e temporali, ma proprio il 1  maggio sarà la giornata migliore”, conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega “nella giornata di giovedì avremo infatti sole prevalente soprattutto su coste e pianure, salvo residui rovesci al Sud peninsulare al mattino e ancora nel pomeriggio sul Salento.

Sempre nel pomeriggio tuttavia attendiamo lo sviluppo di locali acquazzoni e temporali in montagna, specie sulle Alpi, in occasionale sconfinamento entro sera anche su Liguria e Valpadana, specie occidentale. Le temperature saranno in aumento soprattutto al Nord, con massime generalmente comprese tra 19 e 22 C”.

Tra venerdì e sabato torna però il maltempo, prosegue l’esperto “a causa di vortice ciclonico piuttosto intenso che si piazzerà proprio sul Tirreno, determinando piogge e temporali diffusi inizialmente soprattutto al Centronord, poi anche al Sud. I fenomeni potranno risultare localmente intensi, a carattere di nubifragio o violento temporale, in particolare su Valpadana, regioni del Centro e basso versante tirrenico, il tutto accompagnato da un generale rinforzo dei venti con mari mossi o molto mossi. Le temperature saranno in nuovo calo, anche sotto le medie del periodo, con neve sulle Alpi fin verso i 1500-1700m. “Domenica migliora gradualmente al Nord”, aggiunge Ferrara, con ampie schiarite soprattutto nel pomeriggio; ancora piogge e rovesci sparsi invece altrove, specie Sud. Nella prossima settimana dovrebbe finalmente tornare l’alta pressione.

da repubblica.it

Rispondi