2 giugno 2009

2-giugno1Traffico intenso sulle autostrade. Un milione di persone hanno scelto il treno. Gettonate le capitali europee e le iniziative enogastronomiche. Ma la pioggia potrebbe rovinare tutto.

Dal punto di vista meteo non sarà, probabilmente, un vero assaggio d’estate. Ma il ponte del 2 giugno è comunque atteso da molti per concedersi un pò di riposo in attesa delle ferie. La voglia di tintarella è forte e la maggior parte di quanti si sono messi in viaggio sceglierà località balneari, nonostante le nuvole in agguato.

Ponte sotto la pioggia
Le previsioni meteo, infatti, non promettono un granchè. Per oggi e domani il Servizio Meteo dell’Aeronautica Militare indica nuvole un pò ovunque. Pioggia in vista lunedì su Lazio, Sardegna e arco alpino, variabile al nord e al centro. Tempo molto variabile anche martedì 2.

Tutti al mare, o quasi
2-giugno2
Sole o no, sono circa 3,6 milioni, stando a Federalberghi, gli italiani diretti in zone di mare nostrane. Sceglieranno la montagna in 1,2 milioni, mentre altri 390 mila visiteranno città d’arte. Il resto si dividerà tra laghi e terme: in totale si sposteranno circa 5,8 milioni di persone. Quasi il 30% dormirà in albergo, mentre una quota di poco inferiore raggiungerà una casa di proprietà. Almeno 150 mila, stima Coldiretti, opterà per l’agriturismo. Quanto alla spesa media per la vacanza, si aggirerà sui 225 euro a testa.

Cantine aperte

Oltre un milione le persone che parteciperanno a iniziative enogastronomiche secondo Coldiretti. Proprio durante il Ponte, tra l’altro, cade la 17/ma edizione di Cantine Aperte. Ma gli amanti della buona tavola possono spaziare tra 60.700 siti: frantoi, cantine, malghe e cascine dove acquistare specialità alimentari.

Capitali europee

2-giugnoCirca 685 mila italiani andranno all’estero (stime Federalberghi). La spesa media per chi soggiornerà in una capitale europea si aggira sui 450 euro, volo compreso. A fare i calcoli, Federconsumatori ed Ente Bilaterale del Turismo. Berlino la destinazione più economica: 348 euro. San Pietroburgo la più cara: 663 euro. In fascia intermedia Londra e Parigi, poco sotto i 500 euro.

Traffico intenso
Traffico intenso già da ieri su tutta la rete autostradale. In particolare – fanno sapere Polstrada e Autostrade per l’Italia – sull’A1 verso sud e in uscita dai centri urbani. La circolazione rimarrà sostenuta fino alle 14 di oggi e poi nuovamente martedì tra le 17 e le 21 quando si concentreranno i rientri.

Oltre un milione in treno
C’è chi invece il traffico vuole evitarlo. Oltre un milione di viaggiatori, secondo le FS, si sposteranno in treno, togliendo circa 600 mila auto dalle strade. Potenziata l’offerta con 5 convogli speciali sulla direttrice adriatica, che si sommano ai circa 5.000 treni nazionali giornalieri.

da LA STAMPA