Categorie
Pisa ultime notizie

Pisa : industria delle vacanze e contratti di lavoro

Lavoro & turismo: il 18% dei contratti è nell’ “industria delle vacanze”
I dati dell’Osservatorio provinciale Commenti
Nella hit parade 2011 dei monumenti più visitati su tutto il territorio vince il Duomo con 938.088 accessi

Nella hit parade 2011 dei monumenti più visitati a Pisa e in tutto il territorio, il Duomo (938.088 accessi) mette in fila l’intera concorrenza; sul fronte ‘ecologico’, il comune più innervato di piste ciclabili è Peccioli (108.5 km), quello con più aree verdi procapite Lajatico (228 mq).

E, parlando di lavoro, sul totale dei contratti stipulati l’anno scorso in tutta la realtà locale, l’industria delle vacanze è valsa il 12%: quota che balza al 18% nel solo capoluogo.

Questa carrellata di dati è solo una piccola ‘finestra’, sulla massa di indicatori statistici raccolti dall’Osservatorio turistico di destinazione (Otd) della Provincia: un laboratorio permanente di monitoraggio de sistema dell’accoglienza (con punti di forza e criticità), al debutto dopo una gestazione di 3 anni.

A presentarlo, per la stessa Provincia, l’assessore Salvatore Sanzo. “Si tratta di un progetto promosso dalla Regione”, spiega: “la sperimentazione è partita nel 2009 in 50 Comuni singoli o associati (da noi, Cascina, Pontedera, Pisa e Unione Valdera), più alcune Province, tra cui, appunto, la nostra”.

Ma come funziona l’Osservatorio? Misurando una serie di parametri: trasporti, qualità della vita e del lavoro, politiche di destagionalizzazione dell’offerta; valorizzazione del patrimonio culturale, di quello ambientale e delle identità delle destinazioni; gestione delle risorse naturali (acqua in specie), dei consumi energetici, dei rifiuti. Per tutte queste voci si acquisiscono continuativamente i dati in base ai quali stabilire il livello prestazionale del tessuto turistico: un’attività che l’Otd della Provincia svolge anche in collegamento con una consulta (Panel) composta da esperti e operatori del settore, a partire dalle imprese (ricettive, commerciali, dei servizi).

A consuntivo, l’opera di analisi per l’individuazione periodica, come detto, di punti di forza o debolezza dello scenario, svolta in collaborazione con il Centro interdisciplinare comunicazione dell’Università. E in tema di ‘luci e ombre’ – oltre agli spunti offerti dall’Otd : fra essi il caro parcheggi nelle zone urbane centrali – un sasso è lanciato dallo stesso Sanzo.“Numeri alla mano, il sistema di promozione ‘globale’, per la Toscana nel suo insieme, sta rendendo meno della formula precedente, affidata ai singoli territori. Il futuro è certo nel superamento dei campanili, ma le strategie attuali vanno ripensate”.

da lanazione.it

Rispondi