Categorie
milano

Per il Daily Telegraph la Torre Velasca è fra i più brutti edifici al mondo

La bocciatura arriva dalla versione online del Daily Telegraph. Che segnala la Torre Velasca – palazzo simbolo del miracolo economico a Milano, come uno degli edifici più brutti al mondo. Torre Velasca è stata costruita tra il 1956 e il 1958 da un gruppo di quattro architetti meneghini: Banfi, Belgioioso, Peressutti e Rogers. Il cantiere aprì quasi in contemporanea a quello del grattacielo Pirelli, completato solo due anni più tardi e dopo aver raggiunto i 127,4 metri. La Torre Velasca no. Si fermò con i suoi 27 piani (altri due sono interrati) alla quota dei 106 metri, mantenendosi così un passo indietro anche ai 108,5 metri della Madonnina, che secondo la tradizione nessun edificio di Milano poteva superare. Ha una caratteristica forma a fungo, con i nove piani più in alto, più larghi dei primi 18 piani. Qualcuno ne parla anche come del grattacielo con le bretelle. Sorge nel cuore della città, a due passi dal Duomo, e la sua particolare forma mirava a richiamare le costruzioni del centro storico

da kataweb.it

Rispondi