Pasqua 2013 : Bologna nella top ten vacanze di Trivago

Per le vacanze di Pasqua,
Bologna nella top ten di Trivago

di Noemi Bicchiarelli

trivago_bologna_top_ten_pasquaBologna, per questa Pasqua, compare per la prima volta, sia nella classifica delle mete nostrane preferite dagli italiani, che dagli stranieri, con quasi il 50% in più delle ricerche nel sito Trivago. A dirlo i dati dell’Osservatorio Trivago, il portale europeo di ricerca e confronto prezzi di hotel. «La città in questo periodo pasquale – commenta Giulia Eremita, communication manager per Trivago Italia – si propone come alternativa alle mete sulla costa romagnola che, in questa Pasqua particolarmente fredda, non risultano così attraenti, soprattutto per gli italiani».

Trivago ha monitorato il flusso delle ricerche alberghiere per le mete preferite, durante le festività pasquali, dai viaggiatori di tutta Europa: nella classifica delle destinazioni nostrane scelte dagli italiani, Roma occupa la prima posizione, seguita da Firenze, Venezia, Milano e Napoli. Bologna (al sesto posto) risulta la vera new entry della classifica nazionale. «La città rientra tra quelle più ricercate sul web ma non è detto che poi a questa ricerca corrisponda sempre una prenotazione», commenta il presidente di Federalberghi Celso De Scrilli. «È vero che quest’anno – continua – vista la situazione meteorologica, molti hanno scelto come meta una città d’arte piuttosto che quelle di mare. Non c’è però molto movimento e le prenotazioni sono più o meno in linea a quelle del 2012, la novità è che ultimamente Bologna è ricercata anche come meta turistica».

Bologna è comunque, secondo l’Osservatorio Trivago, la prima destinazione in Emilia Romagna per questa Pasqua (lo scorso anno era Rimini). Meta scelta anche dal mercato spagnolo e inglese. Al secondo posto invece, in termini di volumi di ricerca, per Germania, Francia e Paesi Bassi. Le altre città d’arte emiliane, nella classifica delle ricerche alberghiere, sono: Parma, Ravenna e Ferrara.

Per Trivago, Bologna è tra le mete turistiche più economiche della top ten italiana, con in media una spesa di 100 euro a notte per una camera doppia, «e questo aiuta a stimolare la domanda dei viaggi», aggiunge Giulia Eremita. «I costi qui, rispetto alle altre città, sono molto bassi – conferma De Scrilli – si parte dai 40 euro in su per una notte in doppia. Ci auguriamo anche per questo un maggior movimento».

da corriere.it

Rispondi