Parco Nazionale del Gran Paradiso

L’estate è un Gran Paradiso
Trekking, merende in quota, corsi di Tai chi e bici gratis: A piedi tra le nuvole è la rassegna dell’Ente Parco Gran Paradiso. A luglio e agosto

granparadisoPer l’estate la SP 50 va in pensione: i sei chilometri che da Ceresole Reale portano ai 2.612 metri del Colle del Nivolet, cuore del Parco Nazionale del Gran Paradiso, sono chiusi alle auto. Bandito il traffico, si sale in cima solo a piedi, in bicicletta o in navetta.

Anche quest’anno l’Ente Parco promuove il turismo sostenibile e invita nei mesi estivi a scoprire quella splendida parte del Gran Paradiso compresa tra la Valle Orco (Piemonte) e la Valsavarenche (Valle d’Aosta).

Parte domenica 12 e dura tutti i weekend di luglio e agosto – ferragosto compreso – la rassegna A piedi tra le nuvole, con incontri e attività che vanno dallo sport alle degustazioni, dalle passeggiate in quota, a piedi o sulle due ruote, alle escursioni notturne a caccia di stelle.

Nel fitto calendario di appuntamenti, si inizia con il Barefooting, per prendere confidenza con la natura del Parco: si cammina a piedi nudi sull’erba fresca e pulita del Nivolet per ritrovare benessere ed equilibrio – secondo i teorici della disciplina Neozelandese -. Di sottofondo, i canti popolari e alpini delle Corali di montagna che riecheggiano tra le valli mentre si zampetta sul prato. Sportivi, e non, hanno l’imbarazzo della scelta tra le tante iniziative: il 18-19 luglio è in programma il seminario di Tai chi chuan, l’antica arte marziale cinese, e il tour Non solo genepì per scoprire le piante officinali montane della Valsavarenche, con degustazioni di piatti alle erbe e tisane. Dal 2 all’8 agosto è in programma per gli amanti dell’arrampicata un corso con Guida alpina e soggiorno nei rifugi del Vallone di Piantonetto (Locana).granparadiso11

La cosa curiosa è che, oltre al climbing, s’impara anche l’inglese con un accompagnatore d’eccezione, madrelingua naturalmente. Camminando e mangiando è invece l’itinerario gastronomico proposto per ferragosto lungo i sentieri della valle di Ribordone. Per i bambini le iniziative non si contano, possono cercare fate e gnomi nei boschi e partecipare ai laboratori di intaglio e scultura con i maestri artigiani delle valli. Oppure seguire le orme dei lupi, grandi protagonisti sul Gran Paradiso, ricomparsi da poco nel parco e avvistati sul versante valdostano. A dimostrare che, forse, l’attenzione al turismo sostenibile qualche risultato lo dà.

Alessandra Turci

da IL CORRIERE DELLA SERA

Leave a Reply