Ostia squalo in spiaggia lunedì 11 agosto 2014

SQUALO A OSTIA, PANICO IN SPIAGGIA
FUGA DAL MARE E BAGNANTI TERRORIZZATI

ROMA – Scene di panico tra i bagnanti che stavano facendo il bagno davanti agli stabilimenti più vicini alla tenuta del Presidente, a Castelporziano. La pinna minacciosa a pelo d’acqua ha impressionato centinaia di bagnanti degli stabilimenti balneari La Marinella, La Playa, Il Corsaro, la Bicocca. I marinai di salvataggio hanno avvertito con il fischietto tutti i presenti facendoli tornare a riva
“Io personalmente non ho avuto paura, anche perchè ero sul bagnasciuga – racconta Rosa Vadalà, una delle testimoni del fatto – ma la gente correva all’impazzata, impaurita, temendo di correre rischi”.

La lunghezza dell’animale avrebbe raggiunto il metro e mezzo, a giudicare dalle dimensioni delle pinne dorsali. Sulla vicenda si sono mobilitate anche le motovedette della Guardia Costiera. La verdesca è considerato uno squalo potenzialmente pericoloso per l’uomo, anche se nelle “classifiche degli squali pericolosi” risulta tra gli ultimi posti. E’ la curiosità di questo pesce, verso ciò che accade intorno a lui, che può farlo avvicinare e creare situazioni rischiose, anche se gli attacchi non provocati sono rari. Sembra che questa specie sia più docile e calma durante il giorno, mentre nel tardo pomeriggio, quando in acqua diminuisce la luminosità, diventa più curiosa e tenace, avvicinandosi anche alle coste.

Nei giorni scosi una grossa verdesca ha gettato nel panico i bagnanti delle spiagge di Basesi e Olbia-Tempio, in Sardegna. Il 17 luglio un equipaggio di pescatori a caccia di tonno rosso a diverse miglia dalla costa, ha preso all’amo un mako, rarissimo esemplare di squalo. L’animale, sicuramente un cucciolo, comunque lungo più di un metro, è rimasto attaccato alla lenza per qualche minuto e alla fine, molto impaurito, è riuscito a liberarsi anche grazie alla manovra agevolata dai pescatori.

di Giulio Mancini da leggo.it

Leave a Reply