Olbia traghetti lo stop della nave del traghetto El Venizelos della GoinSardinia

GoinSardinia El VenizelosTraghetti, caos ad Olbia dopo lo stop della nave della GoinSardinia. In migliaia attendono di tornare
Notte di attesa nella stazione marittima per oltre 1500 turisti con il biglietto del consorzio di imprenditori di Santa Teresa Gallura. Solo nella tarda mattinata l’annuncio dell’impossibilità di garantire la tratta per Livorno. Situazione incerta per i 20.000 passeggeri che hanno prenotato fino a metà settembre.

E’ caos al porto di Olbia Isola Bianca dopo il blocco del traghetto El Venizelos della Goinsardinia, consorzio di 200 imprenditori di Santa Teresa Gallura nato nel 2013 per offrire passaggi in nave low cost ai turisti diretti nel Nord Sardegna, che opera sulla tratta Olbia-Livorno e viceversa. La nave che ieri doveva riportare a casa i 1500 turisti in attesa nel porto sardo era stata fermata nel porto toscano fino alle 21 dall’armatore “Anek Lines” per presunte inadempienze nei pagamenti. Sono stati diversi gli episodi critici all’interno della stazione marittima, con turisti esasperati alla ricerca di informazioni su come rientrare a casa. In tanti hanno lamentato la mancanza di informazioni da parte della compagnia. Ma la situazione è incerta per i 20.000 passeggeri che hanno prenotato fino a metà settembre.

Poi stamattina, a bordo della nave, sono salite 673 persone sulle circa 1.800 previste, molte delle quali hanno trovato soluzioni alternative dopo l’annuncio ai passeggeri, comparso ieri alla stazione marittima di Olbia, di provvedere all’acquisto di un nuovo biglietto e di inviare via mail alla compagnia una ricevuta per il rimborso. Intanto 1.600 passeggeri da questo pomeriggio stanno cercando di reimbarcarsi su una nave per rientrare nella penisola. “La situazione di emergenza durerà per tutto il fine settimana”, ha detto l’ammiraglio Nunzio Martello della Capitaneria di Porto di Olbia che coordina il tavolo tecnico che sta monitorando la situazione. Al momento la GoinSardinia non ha comunicato, né alle autorità né ai passeggeri, se le tratte di domani verranno garantite. E così è corsa ad acquistare il biglietto con altre compagnie, ma sono pochissimi i posti ancora liberi.

“Ci spiace, perché alla fine a piangerci sarà la Sardegna”, hanno detto alcuni turisti del Nord Italia, pronti ad imbarcarsi in quello che potrebbe essere l’ultimo viaggio della GoInSardinia verso Livorno. Per i passeggeri, che lamentano “di esser stati abbandonati”, è stato impossibile ricevere informazioni dirette dalla compagnia, che comunicava solo attraverso sms. “Uffici chiusi, call center muto”, hanno detto. Da ieri si è assistito ad un rincorrersi di comunicazioni inviati sui cellulari dei passeggeri. Prima sono stati avvisati di recarsi entro le 20 al porto per cambiare il biglietto con quello Tirrenia, a loro spese, per poi essere rimborsati, poi in un secondo momento la compagnia ha comunicato che la nave sarebbe partita, ma solo questa mattina.

Il comunicato ufficiale. Sul sito internet di “GoinSardinia” è apparso un comunicato ufficiale: “Non potendo assicurare la partenza per l’ora prevista”, si legge nella nota, il consorzio invita ai passeggeri che da Olbia avrebbero dovuto imbarcarsi oggi per Livorno “a rivolgersi presso le biglietterie delle altre compagnie di navigazione”, allegando un modulo per la richiesta del rimborso delle tratte sospese, mentre è impossibile raggiungere il call center del consorzio e la pagina per le prenotazioni risulta “in manutenzione”.

da repubblica.it

Leave a Reply