Categorie
arte musei roma ultime notizie

I nudi d’autore di Helmut Newton in mostra a Roma

I nudi d’autore di Newton approdano a Roma
Oltre 200 scatti erotici nell’unica tappa italiana

Roma_mostra_nudi_Helmut_Newton (2)La linea sinuosa della schiena, con lo sguardo fisso in camera. Nuda, vestita solo della sua bellezza, tra l’opulenza di un arredamento d’alto antiquariato. E’ il 1973 ed Helmut Newton scatta il suo primo nudo d’autore. Lei è Charlotte Rampling, grande e anticonformista attrice inglese.

Ed è ancora lei, oggi, ad aprire idealmente Helmut Newton – White Women, Sleepless Nights, Big Nudes, personale dedicata al più celebre ed emblematico fotografo di moda del XX secolo, che dopo il Museum of Fine Arts di Houston e il Museum fuer Fotografie di Berlino approda a Palazzo delle Esposizioni di Roma fino al 21 luglio, unica tappa italiana di una lunga tournee internazionale.

In tutto quasi 200 scatti, che la vedova del fotografo, June, ha personalmente scelto e seguito nella ristampa dai primi tre volumi monografici pubblicati dal maestro alla fine degli anni Settanta, cui la mostra ‘ruba’ il titolo: il leggendario ‘White Women’ del 1976, premiato con il Kodak Photobook Award; ‘Sleepless Nights’ del 1978, che raccoglie tutti i servizi realizzati, soprattutto, per Vogue; e ‘Big Nudes’ del 1981, i cui scatti (in realtà ispirati ai manifesti della polizia tedesca per ricercare gli appartenenti alla Raf) hanno fatto il giro dei musei di tutto il mondo. ”La mostra rispecchia l’anima dei tre volumi e insieme racconta l’evoluzione della fotografia di moda – spiega il curatore Matthias Harder.

da tgcom

Rispondi