Apre Nissan Skipass : il salone degli sport e del turismo invernali a Modena Fiere

Skipass, da sabato in fiera quattro giorni per sciare
Apre il salone degli sport e del turismo invernale. Una pista artificiale di 120 metri e impianti per fondo, pattinaggio su ghiaccio, arrampicata e running estremo

di Nicola Calicchio

Modena da sabato a martedì prossimi sarà la capitale dello sci. È tutto pronto al quartiere fieristico per la diciottesima edizione di “Skipass”, il salone del turismo e degli sporti invernali che apre i battenti sabato, alle 11, alla presenza di tantissimi ospiti. I visitatori potranno sciare all’esterno su una pista artificiale alta trentaquattro metri e lunga centoventi, i bimbi potranno provare l’ebrezza dello snowboard su un altro impianto innevavato sotto la guida dei maestri, una pista per il pattinaggio su ghiaccio, un anello per provare lo sci di fondo, due palestre per arrampicata sportiva, una pista per il motocross, motoslitte e quad… Insomma, ci sono tutti gli ingredienti per il divertimento e l’attività fisica. Un menù che ogni anno ottiene un successo di grandi numeri: la passata edizione è stata visitata da 107mila persone.

Con un intenso programma di appuntamenti e 25mila metri quadrati di esposizione, la manifestazione organizzata da studio Lobo e ModenaFiere, è stata presentata ieri mattina mentre i lavori stavano procedendo secondo il programma.

“Skipass” è la fiera della montagna più animata e più “cliccata” d’Italia: quattro giorni di business e spettacolo, con un’offerta che spazia dai pacchetti turistici all’attrezzatura sportiva. Partecipano al salone tutte le località sciistiche italiane e le principali stazioni invernali dell’arco alpino dalla Francia alla Slovenia, i marchi leader del settore, gli operatori della montagna (impiantisti, maestri di sci, skiman, guide alpine, le associazioni e le federazioni sportive).

«Saranno presenti 170 marchi di attrezzature, l’80% del mercato – ha spiegato Luigi Belluzzi dello studio Lobo – Alla manifestazione ci saranno ospiti come Yuri Chechi, Giuliano Razzoli e Antonio Rossi, quest’ultimo rappresentante internazionale degli atleti alle Olimpiadi». Paolo Fantuzzi di Modena Fiere ha sottolineato che «Skipass è il più importante evento a livello nazionale». Nonostante il momento di crisi, Mario Galli, vicepresidente della Provincia, ha elogiato la qualità della proposta ed ha anticipato che la Provincia sta facendo un passo indietro visto che i Consorzi camminano con le proprie gambe e «che vi sarà un milione di euro per completare o ammodernare le stazioni già esistenti mentre un nuovo intervento vi dovrebbe essere a Montecreto».

È stata anche l’occasione per annunciare che il Consorzio Valli del Cimone amplierà la propria attività attivando anche una vera e propria agenzia viaggi in modo da superare il ricorso a operatori esterni per questo tipo di funzioni e migliorare l’efficacia nella realizzazzione e vendita di pacchetti di viaggio e soggiorno nell’Appennino modenese.

Pierluigi Saccardi, presidente Unione Appennino e Verde, ha voluto puntualizzare che sulle nostre montagne «in un momento di crisi si è guardato alla qualità e al prezzo». Per Mario Stegagno, vice presidente Cae (Comitato Appennino Emilia Romagna) «protagonista dell’evento è di nuova la Federazione italiana sport invernali che ritorna a Modena con gli atleti del circo bianco e un calendario di appuntamenti istituzionali di rilievo».

A “Skipass” la fa da padrone anche la presenza del Comitato organizzatore dei Giochi olimpici giovanili invernali di Innsbruck e dei Campionati mondiali juniores di Roccaraso. A partire dal calendario di eventi sportivi, che come d’abitudine prevede gare di sci e snowboard accreditate nei circuiti internazionali, fino alle attività gratuite di ski e snowboard school per i bambini, “Skipass” si presenta come un grande meeting dove si incontrano località turistiche, aziende e utenti della neve. Per questo l’organizzazione mette a disposizione competenze e strumenti come Skiworkshop, la borsa del turismo invernale e Skipass panorama turismo, l’osservatorio del turismo montano messo a punto proprio nell’ambito della fiera.

da GAZZETTADIMODENA.GELOCAL.IT

Leave a Reply